Bim si avvicina la separazione da Veneto Banca

A
A
A
Andrea Telara di Andrea Telara 13 Febbraio 2017 | 09:01
In vista della fusione con la Popolare di Vicenza, l’istituto di Montebelluna valuta la possibilità di deconsolidare Banca Intermobiliare.

VIA DAL GRUPPO – Il cda di Veneto Banca sta valutando la possibilità di deconsolidare la controllata Bim-Banca Intermobiliare in vista della fusione con la Popolare di Vicenza. “Il Consiglio di Amministrazione di Veneto Banca sta attivamente valutando la possibilità di realizzare, nei modi e nei termini che saranno ritenuti più opportuni, a fronte degli approfondimenti da compiersi nelle prossime settimane e soggetta ad autorizzazione di Bce, una ridefinizione del perimetro del gruppo che preveda il deconsolidamento di Bim”, dice una nota della banca citata dall’agenzia Reuters. Già verso la fine del 2016 Alessandro Penati, presidente di Quaestio Capital Management, società che gestisce il fondo salva-banche Atlante, azionista di Veneto Banca, aveva auspicato che Bim diventasse autonoma rispetto al gruppo e passasse sotto il controllo diretto del fondo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Bim, Profilo, Consulia e Banor: si infiamma il risiko nel private banking

Ftse Mib nuovamente di fronte a un importante bivio

Bim, crolla il margine d’intermediazione

NEWSLETTER
Iscriviti
X