Via a TEFAF 2009 , la star è Van Gogh

A
A
A
di Stefano Porrone 13 Marzo 2009 | 15:25
TEFAF Maastricht e’ unica. I migliori mercanti d’arte internazionali espongono i loro oggetti d’arte più belli in questa fiera, considerata la più influente tra le mostre d’arte e d’antiquariato mondiali. Questo attrae collezionisti e curatori di musei da tutte le parti del mondo perché non vogliono mancare a questo appuntamento davvero unico nel suo genere.

TEFAF Maastricht è la fiera d’arte e d’antiquariato più influente al mondo. Un numero record di 239 espositori sarà presente a questa 22a edizione, la più grande mai organizzata. TEFAF si svolge negli spazi del MECC (Maastricht Exhibition and Congress Centre) dal 13 al 22 marzo. Quest’anno un’intera nuova sezione, chiamata TEFAF Design, accoglierà i leader internazionali del design e arti applicate del 20o secolo, portando a sette il numero delle sezioni. Saranno in mostra dipinti e disegni di Antichi Maestri, Impressionisti, arte moderna e contemporanea, mobili, argenti, ceramiche, gioielli e altri oggetti d’arte. Ciò che accomuna tutte queste opere è la loro qualità. Tutti gli oggeti d’arte esposti a TEFAF sono controllati da un sistema di Vetting, per il quale la Fiera ha nominato 25 commissioni specializzate cui fanno capo 155 esperti internazionali.

Durante il periodo in cui fu ospite del ricovero per malati di mente, Vincent Van Gogh riuscì a trovare temporanea serenità dipingendone i giardini. Ora un’opera di straordinaria bellezza, Il Parco dell’Ospedale Saint-Paul,  dipinto da Van Gogh mentre sedeva tra questi alberi e piante dall’aspetto trascurato, all’esterno dell’ospedale di Saint-Paul-de-Mausole, sarà in vendita a The European Fine Art Fair (TEFAF) che si svolge nella città olandese di Maastricht dal 13 al 22 Marzo 2009.
Il dipinto dal 1963 ha fatto parte di una collezione privata in Svizzera. Da allora l’opera è stata esposta in pubblico soltanto tre volte e una sola dal 1984.
E’ possibile che Van Gogh abbia appeso Il Parco dell’Ospedale Saint-Paul alle pareti della sua camera che, durante il periodo di permanenza nell’ospedale di Saint-Rémy-de-Provence, fungeva anche da studio. Vi ha trascorso quasi un anno e ne è uscito nel luglio 1890, proprio due mesi prima della fatale ferita da arma da fuoco. In un acquerello che rappresenta la sua stanza, appeso a destra della finestra, sembra di notare proprio il dipinto che verrà esposto a TEFAF Maastricht.

La preziosa opera è in vendita nelllo stand del rinomato mercante Dickinson, un antiquario con  sede a Londra e  New York, per  una  cifra che si aggira attorno ai  € 25 milioni.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X