Banche – Caccia alla poltrona in Fideuram

A
A
A
di Fabio Coco 19 Marzo 2009 | 14:45
Alla luce della scadenza del mandato di presidenza di Pontolillo, c’è poca “Intesa” tra la fazione milanese guidata da Maccarone e quella torinese di Maranzana.

Ci si appresta ad un cambio di poltrone in Banca Fideuram, la società di promozione finanziaria facente parte del Gruppo Intesa.

Nel momento di maggior difficoltà dell’istituto finanziario (con un utile netto in calo rispetto al bilancio del 2007), sta per scadere, infatti, il mandato di presidenza di Vincenzo Pontolillo, in carica da maggio 2004, evento che darebbe il via ad una vera e propria corsa al vertice.

Se, da una parte, sembrava scontata la promozione dell’attuale vicepresidente della Banca Luigi Maranzana, dall’altra la candidatura dell’esperto top manager non sarebbe stata appoggiata all’unanimità dal consiglio di Intesa Sanpaolo.

Più probabile, secondo quanto riportato anche da diversi quotidiani nazionali, che la prestigiosa poltrona venga assegnata a Salvatore Maccarone, anch’egli vicepresidente di Fideuram, ma prima di Maranzana, ed attuale membro del CdA della Banca.

Questa decisione da parte di Intesa, ha funto per Maranzana da gocciolina che fa traboccare il vaso: l’ex ad di Sanpaolo Imi, infatti, sembra ora in procinto di lasciare il Gruppo, non senza delle conseguenze.

Nella chiacchierata diatriba in seno a Intesa tra le due fazioni, quella torinese e quella milanese, infatti, l’eventuale presidenza di Maccarone farebbe pendere l’ago della bilancia a favore dell’ultima, mentre, con l’uscita di scena da parte di Maranzana, se ne andrebbe via con lui anche un alto rappresentante del polo torinese.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fondi, una raccolta monstre ad agosto. Testa a testa Intesa-Generali

Widiba, colpo da Fideuram per la rete

Fideuram, acquisizione lussemburghese per il private

NEWSLETTER
Iscriviti
X