Grandi manovre in casa Fideuram, Credem e Banca Sara

A
A
A
di Manuela Tagliani 20 Marzo 2009 | 11:15
Terza settimana di marzo all’insegna dei giri di poltrone nelle reti. Una ventina di professionisti infatti, hanno cambiato casacca passando a Fideuram, Credem e Banca Sara.

Ci si appresta a un cambio di poltrone in Banca Fideuram, la società di promozione finanziaria facente parte del Gruppo Intesa. Nel momento di maggior difficoltà dell’istituto, sta per scadere il mandato di presidenza di Vincenzo Pontolillo, in carica da maggio 2004.

Questo evento darebbe il via ad una vera e propria corsa al vertice. Sebbene infatti, sembrasse scontata la promozione dell’attuale vicepresidente della Banca Luigi Maranzana, non mancano voci che mancherebbe unanimità dal consiglio di Intesa Sanpaolo. Sembra invece ormai più probabile, che la prestigiosa poltrona venga assegnata a Salvatore Maccarone attuale membro del CdA della Banca.

Queste non sono però le uniche novità per le reti di [s]Intesa Sanpaolo[/s]. In una nota, la società annuncia il recente ingresso nelle proprie fila di ben sei professionisti. Dall’inizio dell’anno sono stati inseriti a livello di gruppo (Fideuram e Sanpaolo Invest) 48 nuovi private banker.

E’ interessante osservare che il portafoglio medio del private banker del Gruppo Banca Fideuram (circa € 15 mln) è pari a quasi tre volte la media di mercato.

Anche Banca Sara prosegue il processo di reclutamento e, solo questa settimana, ha strappato alle altre reti cinque professionisti, dai promotori finanziari, agli area manager. L’ingresso più rilevante è quello nel neo area manager Domenico D’Antonio, proveniente da Banca CR Firenze.

D’Antonio, forte di un portafoglio personale di oltre 100 milioni di euro, coordinava un gruppo di oltre 50 promotori con un portafoglio complessivo di circa 300 milioni di euro. Con un’esperienza ultraventennale nella promozione finanziaria maturata prima in Dival e poi nella rete della BNL, D’Antonio potrà contribuire decisamente al grande impulso e rilancio di Banca Sara avviato con l’arrivo di Marco Riva.

E Credem non è da meno. La rete di promotori finanziari coordinata dal responsabile Stefano Bisi si arricchisce di 13 nuovi promotori, soprattutto nel centro sud. La rete raggiunge così oltre 630 promotori finanziari su tutto il territorio nazionale e 32 Credempoint.

“Confermiamo anche per il futuro” commenta Carmelo Sarcià, direttore commerciale rete promotori finanziari [s]Credem[/s], “la ricerca di affermati professionisti del settore che apprezzano la forza del modello e dei valori di Credem. I nostri obiettivi sono l’eccellenza nella prestazione dei servizi e la qualità della relazione con il cliente”.
 
Ultimo ma non meno importante il cambio ai vertici avvenuto in settimana in Abi.
Dopo diciassette anni infatti, il direttore generale [p]Giuseppe Zadra[/p] ha deciso di dimettersi.  A seguito dell’annuncio del presidente il Comitato esecutivo ha preso atto di questa decisione e ha accolto con favore la disponibilità del direttore generale a rimanere in carica fino alla prossima assemblea di luglio per gestire il passaggio di gestione.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Widiba, un ex golden boy di Credem è il nuovo colpo

Credem, la polizza giusta per il private

Credem, una mano all’ambiente

NEWSLETTER
Iscriviti
X