Premafin, lontani gli utili del 2007

A
A
A
di Fabio Coco 26 Marzo 2009 | 16:45
Premafin, holding di partecipazioni ricollegata al Gruppo Fondiaria-Sai, chiude il 2008 con un utile netto di 3,2 mln di euro, in marcato calo rispetto ai 27,6 del 2007. In termini consolidati, l’utile è di 6,6 mln, mentre nel 2007 erano 139,1.

Approvato il bilancio 2008 da parte del cda di Premafin, holding di partecipazioni che svolge l’attività di assunzione di partecipazioni, non nei confronti del pubblico, ma in imprese, Società, enti, consorzi ed associazioni, sia in Italia che all’estero.

La società opera come holding di partecipazioni principalmente nel settore delle assicurazioni, attraverso la partecipazione nel Gruppo Fondiaria-SAI, che può essere annoverato tra i principali operatori del panorama assicurativo italiano.

I principali prodotti assicurativi del gruppo Fondiaria-SAI riguardano rami auto, rami danni e rami vita, nonché il mondo dei fondi gestiti.
Secondo quanto riportato dal comunicato sul sito di Premafin, l’esercizio 2008 chiude con un utile pari a 3,2 milioni di Euro, rispetto all’utile di 27,6 milioni di Euro dell’esercizio 2007.

La diminuzione del risultato dipende in larga misura da minori proventi Fondiaria-Sai contrattisi per € mil. 17,5 a seguito del dividendo unitario Fondiaria-SAI, passato da 1,1 Euro per azione a 0,7. Circostanza questa solo parzialmente compensata da maggiori dividendi netti da altre controllate per € mil. 5,0. Sul risultato gravano inoltre la svalutazione per € mil. 2,8 del titolo Milano Assicurazioni, iscritto nel circolante, e il differenziale negativo di € mil. 5,0 riguardante l’Equity Swap stipulato sul finire dell’esercizio su n. azioni 3.473.628 Fondiaria-SAI.

L’indebitamento finanziario netto passa da 334,2 milioni di Euro al 31 dicembre 2007 a 314,9 milioni di Euro del 31 dicembre 2008 ed il rapporto debito/mezzi propri migliora passando da 0,48 del 31 dicembre 2007 allo 0,46 del 31 dicembre 2008.

La partecipazione diretta in Fondiaria – SAI S.p.A. sconta gli effetti della fase congiunturale in atto, dando luogo a minusvalenze latenti per circa € mil. 296 rispetto alle plusvalenze latenti del 2007 pari a € mil 412. Si ritiene che questa flessione, anche alla luce della consistenza e delle caratteristiche del patrimonio netto consolidato del Gruppo Fondiaria Sai nonché delle sue prospettive di redditività, non rifletta una perdita durevole di valore.

L’utile consolidato è pari a 6,6 milioni di Euro (139,1 milioni di Euro nel 2007), il patrimonio netto consolidato pari a 678,8 milioni di Euro (923,3 milioni di Euro nel 2007).

La raccolta premi complessiva del Gruppo pari a 11.506,4 milioni di Euro ( 11.882,3 al 31 dicembre 2007). Utile d’esercizio della Capogruppo a 3,2 milioni di Euro (27,6 milioni di Euro nel 2007) dovuto essenzialmente al minor dividendo unitario della controllata Fondiaria-SAI S.p.A. passato da 1,1 € a 0,7 € – patrimonio netto civilistico pari a 688,4 milioni di Euro (691,3 milioni di Euro nel 2007).
 
Migliora il rapporto debiti/mezzi propri della Capogruppo che scende a 0,46 dallo 0,48 dell’esercizio precedente.

Il Combined Ratio dell’esercizio 2008 risulta pari al 98,6% contro il 94,8% del precedente esercizio. Il Loss Ratio, che si è attestato a 74,4% per cui in crescita di 4 punti percentuali rispetto all’esercizio precedente, è conseguenza, come già ricordato, sia della fase congiunturale difficile sia della politica di riservazione particolarmente prudente che è stata adottata con riferimento soprattutto ai sinistri di esercizi precedenti.

Da un punto di vista strettamente industriale il Combined Ratio Operativo passa dal 92,1% al 96,1%, con un Expense Ratio che si attesta al 21,7% allineato al dato 2007.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, assicurazioni europee: ecco le top picks di JP Morgan

Generali si affaccia sul dossier di CF Assicurazioni

Assicurazioni nel mirino del fisco, inchiesta a Milano

NEWSLETTER
Iscriviti
X