Raccolta promotori finanziari: i trend del 2009

A
A
A
di Redazione 27 Marzo 2009 | 16:13
Le reti tornano a spingere sui fondi comuni. I dati ralativi ai primi due mesi 2009 mostrano una raccolta netta positiva vicina al miliardo. Ma questa non è l’unica tendenza emersa dai numeri Assoreti.

Il risparmio gestito non è al capolinea. I dati diffusi da Assoreti e relativi ai primi due mesi del 2009 mostrano, nonostante la crisi, un ritorno ai fondi comuni. Tra gennaio e febbraio la raccolta netta per i fondi di diritto italiano ed estero è stata pari a 942,4 milioni di euro. Se a questa cifra si aggiungono i 50,8 milioni raccolti con i fondi di fondi il totale i avvicina al miliardo di euro (993,2 milioni).

Tra gli strumenti più collocati dai promotori finanziari spiccano quelli obbligazionari (574,8 milioni), ma se si guardano i fondi di fondi emerge anche il dato relativo ai prodotti azionari: +39 milioni.

Le reti che maggiormente hanno spinto sul fronte fondi e sicav sono le stesse che hanno conquistato il podio nel mese di febbraio: Banca Fideuram, Banca Mediolanum e Credem. Rispettivamente le tre reti da inizio anno, per questa tipologia di prodotti, hanno raccolto 331,17 milioni di euro, 146,75 milioni e 133,16 milioni.

Ma il ritorno dei fondi comuni non è l’unico trend emerso nei primi due mesi dell’anno. Secondo i dati Assoreti i promotori finanziari continuano a poco a poco ad abbandonare il mondo delle polizze “finanziarie” come unit e index linked (-231,2 milioni di euro tra gennaio e febbraio) a vantaggio delle polizze più tradizionali che hanno registrato un saldo positivo per 44,1 milioni.

E tra le reti sono quelle del gruppo Generali a spingere maggiormente sugli strumenti a carattere assicurativo. Banca Generali e BSI Italia hanno raccolto insieme 105,94 milioni di euro grazie alle polizze. Strumenti invece snobbati dalla rete del gruppo Intesa Sanpaolo Banca Fideuram. I promotori guidati da Matteo Colafrancesco hanno registrato sul fronte “assicurativi” un saldo negativo per 160,98 milioni di euro.

L’ultimo trend da segnalare è quello relativo ai prodotti previdenziali. Fondi pensione e piani previdenziali individuali hanno registrato una raccolta netta totale da inizio anno pari a 110,4 milioni. Le tre reti che oggi stanno spingendo maggiormente su questo fronte sono sempre Mediolanum (+85,45 milioni), Fideuram (+6,7 milioni) e Banca Generali (+5,1 milioni).

Certo, non stiamo parlando di grandi cifre, ma dopo un 2008 in cui il segno meno è stato dominante, assistere a un inizio d’anno con una prevalenza di dati positivi è un segnale che non può (e non deve) essere sottovalutato.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, da Assoreti un nuovo progetto di formazione certificata

Reti, un semestre a passo svelto

Consulenza, le reti devono devono accelerare su team e clienti condivisi

NEWSLETTER
Iscriviti
X