Banca Mediolanum cresce la raccolta pro-capite

A
A
A
di Marcella Persola 31 Marzo 2009 | 14:56
Con una raccolta positiva nei primi mesi del 2009 Banca Mediolanum continua a crescere. Perde 15 promotori ma sale la raccolta netta soprattutto grazie all’amministrato. Per il presidente Ennio Doris in questi momenti di crisi si vede tutta la forza della rete.

Con 282,935 milioni Banca Mediolanum è la regina della raccolta netta nel mese di febbraio. Una raccolta più forte sull’amministrato che è stato pari a 243,346 milioni mentre il flusso di gestito è stato pari a 39,589 milioni. Rispetto al mese di gennaio 2009 la rete ha perso 15 promotori finanziari ma ha visto crescere la raccolta netta da 97,081 milioni a 282,935 milioni già citati.

E’ cresciuta anche la raccolta netta pro-capite che è passata da 19. 362 migliaia di euro all’attuale 56.598 migliaia (dato aggiornato a febbraio 2009). Se si guarda nel dettaglio si nota che mentre nel mese di gennaio i promotori finanziari del Gruppo avevano collocato maggiormente fondi e sicav per 75,248 milioni, nel mese di febbraio si sono concentrati maggiormente sui titoli che hanno raccolto 143,392 milioni. A gennaio il gestito era stato più forte con un flusso di 111,451 milioni. Continua il deflusso sull’assicurativo che da un flusso di -10,97 milioni di gennaio a -68,571 milioni. Cala anche il previdenziale che passa da 48,047 milioni di gennaio a 37,402 milioni di febbraio.

Ma per il presidente Ennio Doris il Gruppo sta crescendo. ”Quest’anno siamo partiti bene, abbiamo una raccolta netta positiva in ogni mese del 2009” aveva dichiarato Ennio Doris, a margine dell’inaugurazione della ‘Mediolanum Corporate University’. Infatti nella stessa occasione il presidente del gruppo aveva pre-annunciato che anche nel mese di marzo la raccolta netta e’ stata positiva e l’intero mese si chiudera’ con una raccolta in rialzo. ”Nel 2008 abbiamo aumentato la raccolta netta del 55% rispetto all’anno precedente, siamo l’unica azienda che ha sempre fatto raccolta positiva, in controtendenza con il mercato. I profitti risentiranno della crisi dei mercati perche’ c’e’ una diminuzione delle masse gestite che non vengono sostituite dalla nuova raccolta. Comunque stiamo crescendo in termini di clienti e in questi tempi di crisi si vede tutta la nostra forza”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Mediolanum: reclutamento avanti tutta

Consulenti, un ex di Banca Mediolanum (e non solo) per Sudtirol Bank

Banca Mediolanum, la nuova forza è il consumer lending

NEWSLETTER
Iscriviti
X