Swiss Re taglia il 10% dei posti di lavoro

A
A
A
di Fabio Coco 2 Aprile 2009 | 10:20
11.560 posti di lavoro salteranno in Swiss Re a seguito della perdita secca della compagnia di riassicurazione elvetica nel 2008. Sarà un bel problema per il nuovo direttore operativo Agostino Galvagni.

Per i dipendenti svizzeri è stata avviata una procedura di consultazione con i partner sociali.

La compagnia di riassicurazione elvetica Swiss Re, la seconda al mondo, che lo scorso anno ha registrato una perdita secca di 864 milioni di franchi, ha deciso di tagliare del 10% il proprio organico, pari a 11.560 posti di lavoro.

Il taglio del personale, secondo quanto annunciato giovedì, verrà operato nei prossimi dodici mesi. Swiss Re ha annunciato anche la nomina di Agostino Galvagni alla carica di direttore operativo.

La misura dovrebbe permettere alla prima impresa al mondo delle riassicurazioni di ridurre fino alla fine del 2010 i suoi costi di franchi 400 milioni.

Un portavoce di Swiss Re, interrogato stamane dall’Agenzia Telefonica Svizzera, non ha voluto precisare in che misura il provvedimento inciderà sull’occupazione in Svizzera.

La diminuzione dell’organico verrà effettuata tramite pensionamenti anticipati e sfruttando la normale fluttuazione del personale, ma vi saranno anche licenziamenti.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Assicurazioni, debutta Farad Insurance Broker Italia

La ribalta della bancassurance spinta dal settore danni

Credem, un nuovo modello per la consulenza assicurativa

NEWSLETTER
Iscriviti
X