Nel milanese arrestato falso "promotore finanziario"

A
A
A
di Marcella Persola 3 Aprile 2009 | 09:41
Operava investendo i risparmi dei truffati in derivati e in parte li utilizza per i suoi effetti personali. Con report falsi aveva tranquillizzato i clienti fino a quando uno di essi non ha presentato denuncia.

In tre anni di attività aveva convinto i clienti a consegnarli 2,5 milioni di euro che poi ha speso per effetti personali. Così un residente della provincia milanese è stato accusato di esercizio abusivo della professione di promotore finanziario.

L’indagine condotta dal nucleo speciale della polizia valutaria di Milano era partita da una denuncia presentata dalla procura da una delle persone truffate, che sono in totale 16 persone, che hanno consegnato ingenti somme di denaro (spesso anche in contanti) con la garanzia che fossero investiti in prodotti ad elevato rendimento.

Ma il falso promotore aveva pensato ad ogni dettaglio. Infatti per convincere i clienti ad aumentare l’importo dei loro investimenti gli aveva mostrato falsi report, appositamente predisposti, che riportavano continui incrementi dei portafogli in gestione.

Negli ultimi anni i soldi raccolti erano stati anche in parte investiti (e perduti) per conto proprio attraverso operativita’ in strumenti finanziari ‘derivati’ e in parte restituiti ad alcuni dei clienti quando cio’ appariva necessario per non svelare la truffa. Ma la ‘catena’ si e’ interrotta quando uno dei clienti ha chiesto al presunto “promotore” di restituirgli l’intero ammontare delle somme consegnate e ha appreso che il capitale consegnato non esisteva più.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

300 mila euro dalla cliente, consulente in Versilia finisce nei guai

Assicurazioni nel mirino del fisco, inchiesta a Milano

Sos Truffe, Bankitalia: aumento del +7% nel 2020

NEWSLETTER
Iscriviti
X