Hypo, un aiuto sostanzioso alle pmi

A
A
A
Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti 16 Aprile 2009 | 10:00
Hypo Alpe Adria ha ideato un pacchetto di strumenti finanziari per le imprese. L’obiettivo è sostenere con efficacia le imprese sane, ma in attuale sofferenza finanziaria.

Le pmi sono tra le risorse economiche più importanti del nostro paese. Seguendo questa convinzione Hypo Alpe Adria lancia un pacchetto di prodotti e servizi ideato appositamente in base alle esigenze delle Pmi. “L’attuale situazione economica sta incidendo pesantemente sulle piccole e medie imprese, che hanno sempre rappresentato un punto di forza del tessuto economico-imprenditoriale italiano e che il nostro istituto ha individuato quale principale target di clientela – spiega il direttore commerciale corporate, Valerio Peruzzo -. Per questo abbiamo ideato una serie di strumenti finanziari determinanti per sostenere le imprese sane dal punto di vista economico-produttivo, che potrebbero però soffrire finanziariamente a causa dei mancati pagamenti da parte della loro clientela”.

Il primo “ingrediente” della ricetta per le Pmi riguarda la riformulazione dei mutui ipotecari, con la possibilità di posticipare di un anno il pagamento della quota capitale delle rate. È possibile, poi, finanziare gli insoluti con mutui chirografari erogati in sinergia con i consorzi di garanzia fidi oppure col supporto del Fondo Garanzia legge 662/96. Per sostenere l’internazionalizzazione delle imprese, inoltre, Hypo ha creato un fondo da 50 milioni di euro per finanziare le Pmi con una componente di export sul fatturato superiore al 10 per cento. I finanziamenti erogabili, sostenuti in parte da garanzia Sace, vanno da 100mila a tre milioni di euro per una durata da 3 a 5 anni. Molto ampio lo spettro di interventi finanziabili: investimenti all’estero, azioni di promozione e marketing, registrazione di brevetti, partecipazione a fiere.
Altro intervento del pacchetto Pmi riguarda il finanziamento del magazzino. In questo caso il prestito alle imprese è garantito dalla stessa merce, purché di tipologia quotata in mercati regolamentati, in base a un accordo tra Assologistica e Abi.

“Abbiamo cercato di dare una risposta adeguata e tempestiva a un problema urgente che colpisce le imprese italiane, cioè quello della liquidità – aggiunge Peruzzo -. Il sistema produttivo locale rimane ricco di aziende sane, con buone potenzialità di prodotto e di mercato, ma che possono entrare in sofferenza per interruzione del flusso finanziario dalla propria clientela. Hypo intende essere al fianco delle Pmi anche in questa traversata nel deserto, per far trovare pronte le imprese al momento della ripresa dei mercati. Ogni soluzioni sarà studiata e personalizzata dai nostri professionisti specializzati nell’assistenza alle aziende”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Conti correnti, il rendimento di Hypo Sì arriva fino al 4%

Banche – Da Hypo una mano alle famiglie

Promotori Finanziari – Hypo e la sua nuova squadra

NEWSLETTER
Iscriviti
X