Hypo Alpe Adria Bank, pochi numeri ma di qualità

A
A
A
di Marcella Persola 16 Aprile 2009 | 14:49
Con una raccolta che è passata da un segno positivo a uno negativo la rete della banca guidata da Meinhaird Schuster conta su 106 promotori finanziari di qualità.

Con una raccolta netta che è passata dal segno positivo al segno meno nel primo bimestre del 2009 Hypo Alpe Adria Bank possiede 106 promotori finanziari. Nel mese di gennaio il gruppo aveva registrato un flusso di raccolta netta pari a 2,3 milioni, mentre nel mese di febbraio il flusso è stato negativo, pari a -1,80 milioni.

A livello di risparmio gestito il comparto fondi e sicav è passato da 2,07 milioni a -1,26 milioni, mentre il ramo gpf è passato da un andamento negativo di gennaio (-811,8 migliaia di euro) a 1,13 milioni nel mese di febbraio. Ed è proprio nelle gpf che crede la banca guidata da Meinhard Schuster. «La nostra rimarrà una crescita qualitativa: non avremo mai una rete di professionisti troppo numerosa, ma una che punta alla qualità» ha dichiarato recentemente il vicedirettore Schuster.

A livello di amministrato la rete nel mese di gennaio ha segnato un flusso pari a 1,05 milioni contro il flusso negativo di febbraio pari a -2,006 milioni. A livello di provvigioni il Gruppo ha continuato a mantenerle inalterate dall’arrivo della MiFid. «Manteniamo il livello provvigionale attuale per lo strumento gpf, al contempo stiamo migliorando ulteriormente l’offerta assicurativa» precisa il vice-direttore. Infatti a livello di comparto assicurativa la raccolta da gennaio a febbraio è passata da 30,1 migliaia di euro a 181, 3 migliaia.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti