Citigroup, in bilico la poltrona di Pandit

A
A
A
di Marco Mairate 22 Aprile 2009 | 11:30
Dopo l’ingresso del Governo Usa in Citigroup è questione di tempo prima che il Ceo del colosso bancario venga sostituito.

Secondo quanto riportato dal Financial Times la FDIC ha cominciato a valutare la possibilità di sostituire l’amministratore delegato di Citrigroup, Vikram Pandit. 

L’avvicendamento sarebbe legato ai miliardi di dollari prestati a Citigroup dal Governo che rendono la posizione del Ceo insostenibile. Al suo posto, tra i possibili successori, si è fatto il nome di Ned Kelly (l’attuale direttore finanziario della banca) e Gary Crittenden, suo predecessore, che ora gestisce la divisione che sovraintende gli asset della banca non core.

(Nella foto i due possibili sostituti di Vikram Pandit: Ned Kelly e Gary Crittenden)

La Federal Deposit Insurance Corporation è solo uno dei regolatori che può esprimersi sulla sostituzione di Pandit da leader della banca.

A breve infatti verranno presentati i risultati degli stress test condotti sulle prime 19 istituzioni finanziarie del paese, risultati che se negativi, costringeranno il Governo a profondere altri fondi e nel caso di Citi gli interventi sono già stati quattro in soli sei mesi.

L’ultima parola sarà del Tesoro americano, oggi primo azionista di Citigroup con il 36% del capitale.
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti