Promotori Finanziari – Anasf parla chiaro

A
A
A
di Matteo Chiamenti 23 Aprile 2009 | 08:20
Elio Conti Nibali risponde ai microfoni del Tg 2. Il tema è la crisi del risparmio. Un video vi mostrerà quanto detto.

Effettivamente il contesto finanziario mondiale sembra stia regalando un momento di stand by; quel che si suol dire un periodo interlocutorio. Conseguentemente vale la pena di porsi delle domande e di farlo anche ai protagonisti della finanza. Eccoci così ad osservare le risposte di Elio Conti Nibali, presidente Anasf, ai microfoni di TG2punto.it, in onda lo scorso 10 aprile su Rai2.

Siamo di fronte a una nuova speranza? “Stiamo attraversando una crisi epocale. Gli interventi che si sono susseguiti hanno ben compreso la gravità della situazioni. Le autorità sono intervenute in un certo modo. Probabilmente questo sta incominciando a dare risultati.” Originalità e profondità di analisi non sembrano essere comuni denominatori della dichiarazione,  ma il significato ultimo della stessa (sì la speranza c’è) è comunque da apprezzare; d’altra parte i risparmiatori hanno bisogno di fiducia e poco importa la cornice (se però l’investitore è un gallerista allora il discorso cambia).

Il dott. Nibali prosegue la sua analisi cercando di fare emergere l’importanza del ruolo ricoperto dai promotori “C’è buona possibilità di ravvicinarsi alla finanza. Il risparmiatore deve affidarsi a chi ne sa più di lui.” Una conclusione di discorso che potrebbe rivelarsi, in taluni casi, controproducente.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X