Derivati, la Corte dei Conti chiede più di 4 miliardi a Morgan Stanley

A
A
A
Andrea Telara di Andrea Telara 20 Febbraio 2017 | 08:58
La magistratura contabile contesta un mega-danno erariale alla banca d’affari statunitense per i prodotti finanziari legati agli interessi sul debito pubblico.

DANNO ERARIALE- La Corte dei Conti ha contestato un danno erariale complessivo di 4,1 miliardi di euro a Morgan Stanley e a dirigenti del Tesoro per l’indagine riguardante i derivati sul debito pubblico. Come ricorda l’agenzia Reuters, tra fine 2011 e inizio 2012 il Ministero dell’Economia ha versato alla banca americana circa 3 miliardi di euro per la clausola Additional termination event presente in alcuni contratti.“Il danno complessivamente contestato è di 4,11 miliardi”, ha detto il procuratore regionale per il Lazio della Corte dei Conti Donata Cabras all’inaugurazione dell’anno giudiziario.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Corte dei Conti: reddito di cittadinanza e quota 100 sono insostenibili

NEWSLETTER
Iscriviti
X