AssoFinance e Nafop, uniti contro le reti di vendita

A
A
A

Le due associazioni di categoria si mostrano compatte nella lotta per la valorizzazione della consulenza oggettiva. Cesare Armellini e Giannina Puddu diffidano chiunque dall’utilizzare illegalmente il termine “indipendente”.

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti28 aprile 2009 | 09:20

Il concetto è ormai chiaro, così come la volontà di ribadirlo con forza e convinzione: la vera consulenza è una sola, quella oggettiva. E dato che per validare il concetto serve un coro comune, ecco che Assofinance e Nafop si mostrano compatte.

Mediante un comunicato, le associazioni nazionali dei consulenti e delle società di consulenza finanziaria indipendente, rivendicano la consulenza finanziaria indipendente come prerogativa di professionisti e società pagati solo ed esclusivamente a parcella dai propri clienti. A stabilirlo è infatti l’art. 5 del Decreto 206 del Ministero dell’Economia del 24 dicembre 2008 sui requisiti per l’iscrizione all’albo dei consulenti finanziari (requisito di indipendenza), che recita così: “Per la prestazione di consulenza in materia di investimenti gli iscritti all’Albo non possono percepire alcuna forma di beneficio da soggetti diversi dal cliente al quale è reso il servizio”.

Per questo Nafop e AssoFinance diffidano chiunque dall’utilizzare illegalmente l’aggettivo “indipendente” quando questo descriva altro dalla consulenza finanziaria pagata a parcella. Infatti, banche, sim e reti di vendita percepiscono una remunerazione dalla vendita di prodotti e quindi non possono definirsi “indipendenti”. I presidenti di Nafop, Cesare Armellini, e di AssoFinance, Giannina Puddu, chiedono inoltre congiuntamente che la prestazione di consulenza fee only, ovvero pagata a parcella, venga considerata “attività intellettuale” alla stregua di quella prestata da molti altri professionisti (commercialisti, avvocati, ecc.). Inoltre, proprio per le caratteristiche di questa attività, le due associazioni si batteranno affinché ogni adempimento burocratico riservato ai consulenti finanziari e alle società di consulenza indipendente risulti adeguato all’attività svolta, che è completamente diversa da quella di banche e promotori finanziari.

Armellini e Puddu, come già è accaduto durante il recepimento della Mifid, si faranno portavoce degli interessi della categoria presso le autorità, dimostrando che i propri associati sono già in regola con gli adempimenti previsti dalla Mifid e per questo dovranno essere iscritti di diritto al futuro albo dei consulenti finanziari. Un albo che sta assumendo sempre più le caratteristiche di una bella donna: ambito da tutti, sfuggente e soprattutto, con la tendenza innata a farsi aspettare.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consulenza indipendente, in Italia “mission impossible”

Casa della consulenza, Puddu (AssoFinance): E’ nato un mostro a tre corpi e una testa

Assofinance, la finanza scende in piazza a Milano

Assofinance parla di etf ai consulenti

Assofinance, tavola rotonda il 20 ottobre a Milano

Consulenti – Fee only, le regole per l’esercizio dell’attività

Assofinance un incontro senza fazioni

Consulenti – Mifid e indipendenza

Consulenti – Nuovo appuntamento con Assofinance

Consulenti indipendenti – “Fai da te” requiem

Consulenti indipendenti – L’indecenza del denaro

Consulenti – Assofinance, lezioni di tecnica

Derivati, meno male che ci sono i consulenti

Etf, il mezzo del futuro

Assofinance, Etf ideali per consulenti

Consulenti – Assofinance richiama tutti per il 10 dicembre

Consulenti indipendenti – Decalogo 5, La parcella solo dal cliente, il beneficio no

Consulenti indipendenti – Decalogo 4, la radiazione è uguale per tutti

Consulenti indipendenti – Decalogo 3, un esame low cost

Consulenti indipendenti – Decalogo 2, serve la polizza

Consulenti indipendenti – Decalogo 1, niente reclami

Consulenti Finanziari – Albo, forse stavolta ci siamo davvero..

Consulenti Finanziari – Free&Partners, cambia la sede ma non l’impegno

Consulenti finanziari – Al via il corso d'esame, aspettando l'albo

Consulenti Finanziari – Nuovo albo, prepariamoci all'esame

Consulenti – Vittoria finale per le srl

Consulenti – Assofinance vi invita a Prato

AssoFinance e Nafop in senato, per difendere i risparmiatori

Promotori finanziari contagiati dalla consulenza

Albo consulenti, Assofinance dice no al "factotum"

Consulenti – Le regole dell'attrazione

Quale futuro per la consulenza oggettiva

Promotori Finanziari – Dal collocamento alla consulenza

Ti può anche interessare

Inter, Credit Agricole diventa banca ufficiale

L'accordo tra l'istituto di credito francese e il club neroazzurro avrà durata triennale. ...

Fidelity Winter Roadshow, gli appuntamenti per il nuovo anno

14 città italiane per presentare le principali tematiche che guideranno le scelte degli investitori ...

Pennacchia (IWBank PI): nel 2018 polo formativo e roadshow

Pennacchia, direttore generale di IWBank Private Investments, parteciperà al convegno di apertura d ...