Banche – Bper approva il nuovo piano industriale

A
A
A
di Fabio Coco 29 Aprile 2009 | 08:40
Il cda di Banca popolare dell’Emilia Romagna, ha approvato ieri il nuovo piano industriale per il prossimo triennio. Costi-ricavi previsti attorno ai 160 milioni di euro, rafforzamento del capitale primario per 250 milioni e ROE sopra l’8,8%.

Approvato il piano industriale 2009-2011 di Bper, Banca popolare dell’Emilia Romagna. Il consiglio di amministrazione del Gruppo, infatti, ha articolato ieri una serie di azioni, volte a conseguire obiettivi di natura qualitativa e quantitativa.

Come si legge nel comunicato della società, per il 2011 si prevede un ROE compreso tra l’8,8% ed il 12,1%. Questo alla luce del rafforzamento del processo di gestione del credito anche attraverso l’affinamento degli strumenti di valutazione del merito creditizio e delle politiche di pricing ad essi
correlati, della nuova stima di sinergie di ricavi e costi, alla fine del triennio, stimate attorno ai 160 milioni di euro e della previsione di rafforzamento del capitale primario per 250 milioni di euro entro il 2009.

Si prevede, inoltre, all’interno del nuovo piano industriale, l’aumento della produttività commerciale e del livello di offerta alla clientela mediante l’introduzione e l’implementazione di modelli di servizio differenziati per segmento; il rafforzamento dei presidii per il settore corporate e PMI, con l’obiettivo di incrementare l’attività commerciale sui clienti esistenti e di acquisire nuovi rapporti mediante l’offerta di servizi specialistici ad elevato valore aggiunto; il miglioramento dell’efficienza operativa attraverso un upgrading della piattaforma IT, il conseguente snellimento dei processi amministrativi di filiale nonché l’ulteriore accentramento delle attività di back-office a livello di Gruppo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X