Promotori finanziari – Mission politica per alcuni pf

A
A
A
di Marcella Persola 11 Maggio 2009 | 07:15
I promotori finanziari si danno alla politica, almeno in alcune regioni. Da una lettura delle liste dei candidati alle prossime elezioni provinciali emergono infatti alcuni nomi di professionisti attivi nel segmento finanza, attratti anche dalla “ragion di stato”.

I promotori finanziari scendono in campo. O meglio scendono in politica. Il rapporto tra professionisti della finanza e professionisti della politica non è così alieno, anzi anche per le elezioni provinciali in programma per il 6-7 giugno prossimo, nelle liste dei diversi partiti politici hanno trovato posto anche dei candidati che svolgono l’attività di pf.

E’ il caso ad esempio di Francesco Fusco, candidato nel collegio della Costiera Amalfitana per le file di Alleanza di Centro per la Libertà, un giovane partito di ispirazione di centro-destra e federato al PDL. Fusco è iscritto all’albo dei pf dal 2 novembre del 1999 e opera con mandato di Fineco dal 15 febbraio del 2000. Ma non è l’unico. Anche il giovane 24enne Giuseppe Alemanno è stato candidato al Consiglio per la Lista Azzurro Popolare per il comune di Nardò in provincia di Lecce. Alemanno che è iscritto all’albo dei pf dal marzo del 2006, opera con mandato di Banca Sara. E sempre a Nardò è candidato nelle Liste del Partito Socialista Carlo Falangone, iscritto all’albo da oltre 10 anni e che opera con mandato di Allianz dal 1 luglio del 2004.

Ma non sono soltanto nel sud Italia i promotori ad essere scelti come candidati. Anche in Liguria dove ci saranno le elezione per la provincia di Savona tra i candidati figurano due promotori finanziari. E’ il caso di Peirano Giovanni che ha presentato la lista “Ortovero Viva” dal nome dell’omonima città oggetto di elezione. Peirano, anch’esso operante per Allianz dal 28 gennaio 1992, data nella quale si è iscritta all’albo. E sempre per Savona si presenta con una lista propria “Vince Savona” Angelo Vaccarezza, iscritto all’albo dal 26 aprile 1995, ma attualmente senza mandato.

Non sono di certo i primi casi di pf candidati nelle liste provinciali e non saranno neanche gli ultimi. Tutti ricordano ad esempio il caso di Marcello Schiaffino, private banker di Banca Fideuram, che si presentò candidato alle primarie dell’Unione per la presidenza della provincia de La Spezia, nel lontano 2007. Ora i promotori scendono ancora in campo e porteranno nei consigli comunali, qualora eletti, anche un po’ di finanza, forse.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X