Consulenti – Vittoria finale per le srl

A
A
A

Siamo giunti al termine della diatriba su spa, srl e mondo della consulenza oggettiva. Il decreto che sancisce la possibilità di esercitare questa attività senza l’oneroso obbligo della costituzione in sim è stato definitivamente approvato dal senato. Una vittoria per tutti.

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti28 maggio 2009 | 09:00

Fumata bianca dal senato. Nuntio vobis gaudium magnum habemus consulenza. Nessun emendamento relativo all’art 2 (18-ter), che prevede che anche le spa non sim e le srl di consulenza finanziaria siano ammesse all’esercizio dell’attività di consulenza finanziaria, è stato presentato entro i termini previsti e, in data di ieri 26 maggio 2009, il ddl. 1082-B,  è stato definitivamente approvato con 136 voti a favore, 92 contrari e 4 astenuti.

Insomma dopo tante fatiche e lavori, finalmente il mondo delle spa e srl di consulenza può iniziare “ufficialmente”i festeggiamenti, insieme naturalmente a Assofinance (l’associazione nazionale più rappresentativa ed autorevole dei CF persone giuridiche), vincitrice morale e sostanziale di questa battaglia fortemente voluta. Una conquista che ha visto il plauso di tutti, compresa Nafop (l’associazione nazionale più rappresentativa e autorevole dei CF persone fisiche), e che sancisce quanto segue: le società di consulenza finanziaria indipendente non sim hanno la certezza giuridica della loro esistenza. Ma entriamo ora nel dettaglio della cronistoria e della normativa stessa.

Il senato aveva approvato in data 4 marzo 2009 l’Atto 1082 che conteneva, al capo II – art. 2 (società di Consulenza Finanziaria) , il nuovo art. 18 – ter che avrebbe seguito il 18 – bis nel dl 24 febbraio 1998, n 58. Ecco quanto riporta il nuovo 18-ter (società di consulenza finanziaria) approvato:
1. A decorrere dal 1° ottobre 2009 la riserva di attività di cui all’articolo 18, non pregiudica la possibilità per le società costituite in forma di società per azioni o società a responsabilità limitata, in possesso dei requisiti patrimoniali e di indipendenza stabiliti con regolamento adottato dal ministro dell’economia e delle finanze,sentite la Banca d’Italia e la CONSOB, di prestare la consulenza in materia di investimenti, senza detenere somme di denaro o strumenti finanziari di pertinenza dei clienti.
2. Il Ministro dell’economia e delle finanze, sentite la Banca d’Italia e la CONSOB, può prevedere il possesso, da parte degli esponenti aziendali, dei requisiti di professionalità, onorabilità e indipendenza.
3. Nell’albo di cui all’art. 18 bis, comma 2, è istituita una sezione dedicata alle società di consulenza finanziaria per la quale si applicano i commi 3, 4, 5, 6, 7 e 8 del medesimo articolo.

Giunti alla fine di questo avventuroso film, non resta che attendere i catartici titoli di coda, ovvero la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale entro 15 giorni; la guerra è finita, canterebbero i Baustelle.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consulenza indipendente, in Italia “mission impossible”

Casa della consulenza, Puddu (AssoFinance): E’ nato un mostro a tre corpi e una testa

Assofinance, la finanza scende in piazza a Milano

Assofinance parla di etf ai consulenti

Assofinance, tavola rotonda il 20 ottobre a Milano

Consulenti – Fee only, le regole per l’esercizio dell’attività

Assofinance un incontro senza fazioni

Consulenti – Mifid e indipendenza

Consulenti – Nuovo appuntamento con Assofinance

Consulenti indipendenti – “Fai da te” requiem

Consulenti indipendenti – L’indecenza del denaro

Consulenti – Assofinance, lezioni di tecnica

Derivati, meno male che ci sono i consulenti

Etf, il mezzo del futuro

Assofinance, Etf ideali per consulenti

Consulenti – Assofinance richiama tutti per il 10 dicembre

Consulenti indipendenti – Decalogo 5, La parcella solo dal cliente, il beneficio no

Consulenti indipendenti – Decalogo 4, la radiazione è uguale per tutti

Consulenti indipendenti – Decalogo 3, un esame low cost

Consulenti indipendenti – Decalogo 2, serve la polizza

Consulenti indipendenti – Decalogo 1, niente reclami

Consulenti Finanziari – Albo, forse stavolta ci siamo davvero..

Consulenti Finanziari – Free&Partners, cambia la sede ma non l’impegno

Consulenti finanziari – Al via il corso d'esame, aspettando l'albo

Consulenti Finanziari – Nuovo albo, prepariamoci all'esame

Consulenti – Assofinance vi invita a Prato

AssoFinance e Nafop in senato, per difendere i risparmiatori

AssoFinance e Nafop, uniti contro le reti di vendita

Promotori finanziari contagiati dalla consulenza

Albo consulenti, Assofinance dice no al "factotum"

Consulenti – Le regole dell'attrazione

Quale futuro per la consulenza oggettiva

Promotori Finanziari – Dal collocamento alla consulenza

Ti può anche interessare

Banca Progetto, trasformazione digitale in primo piano

Banca Progetto, banca specializzata nei servizi per le piccole e medie imprese italiane e la client ...

Banca Generali, la ricetta dell’innovazione

Come dialogano servizi finanziare e tecnologia? Confronto a Milano fra Mossa, Dattoli e Rajola. ...

Mediolanum, consulenza caput mundi

Dopo Milano, anche Roma ha la sua nuova casa della consulenza. E’ stata inaugurato il 15 april ...