Banca Marche in controtendenza. Finanziate le imprese

A
A
A
Avatar di Fabio Coco 28 Maggio 2009 | 13:45
Grazie all’intesa con CNA, Banca Marche sta finanziando più che mai le imprese della regione, in questi primi quattro mesi dell’anno. Ben 40,4 i milioni di euro concessi in prestito, oltre 700 le imprese finanziate.

Grazie al protocollo d’intesa sono aumentati i finanziamenti erogati alle aziende della regione. In particolare, riferisce un comunicato, pur in presenza di una grave crisi economica, nei primi quattro mesi del 2009 sono stati concessi prestiti per 40,4 milioni di euro a 708 imprese mentre nello stesso periodo dell’anno precedente ci si era fermati a 30,4 milioni di euro per 571 operazioni.

Il “credit crunch”? Nelle relazioni di Banca Marche con gli artigiani e le piccole e medie imprese associati alla Cna, non esiste. Grazie anche all’accordo di collaborazione sottoscritto con l’associazione artigiana ed al protocollo d’intesa tra Banca Marche e Fidimpresa Marche, il Confidi unico della Cna regionale, i finanziamenti erogati agli imprenditori marchigiani nel primo quadrimestre di quest’anno sono aumentati rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Un dato in controtendenza rispetto alla situazione generale, che vede in aumento le imprese che dichiarano di aver avuto difficoltà nell’ottenere i finanziamenti richiesti al sistema creditizio. In particolare, secondo una rilevazione trimestrale della Cna, nel primo trimestre 2009, difficoltà crescenti nel rapporto banche imprese emergono per quanto riguarda il costo dei finanziamenti, le garanzie richieste e i tempi di erogazione degli affidamenti. Uno scenario che, per fortuna, non si applica al rapporto tra Banca Marche e Cna. Nel 2008 la partnership tra l’istituto di credito, l’associazione artigiana e Fidimpresa.ha portato all’approvazione di 1.533 pratiche di finanziamento agli artigiani ed ai piccoli imprenditori marchigiani per complessivi 73, 3 milioni di euro di cui 61,7 per operazioni di liquidità e 11,5 per investimenti.

Il presidente di Banca Marche [p]Michele Ambrosini[/p] ha introdotto la conferenza stampa che ha presentato l’accordo fra Banca Marche e CNA, svoltasi alla sede di Banca Marche di Jesi, sottolineando come Banca Marche “è un punto vitale sul territorio, con l’aiuto di categorie come la CNA”. Il presidente CNA Giuliano Drudi ha parlato dell’accordo con Banca Marche come di “un progetto che velocizza i tempi di erogazione del credito”. Il vice direttore di Banca Marche Claudio Dell’Aquila ha esposto i vari punti dell’accordo, infine sono intervenuti il segretario CNA Silvano Gattari e il direttore Fidimprese Marche Giancarlo Gagliardini.

Da gennaio ad aprile di quest’anno la collaborazione tra Banca Marche, Cna e Fidimpresa si è intensificata ed ha consentito un incremento delle operazioni di credito. In quattro mesi sono state approvate 708 pratiche di finanziamento agli imprenditori marchigiani, per complessivi 40,4 milioni di euro. Nei primi quattro mesi dello scorso anno le pratiche erano state 571 per complessivi 30,4 milioni.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banca Marche e Medioleasing: la corte di appello conferma le sansazioni Consob a PwC

Banche “risolte”, c’è tempo fino al 31 maggio per chiedere gli indennizzi

Mps e le altre, scudo di stato per 6 banche

NEWSLETTER
Iscriviti
X