Promotori Finanziari – Profonda crisi per le gestioni patrimoniali

A
A
A
di Marcella Persola 29 Maggio 2009 | 09:17
Da inizio anno le gestioni patrimoniali hanno registrato un deflusso pari a 858,9 milioni. Il deflusso delle gpf raggiunge quota 806,4 milioni mentre le gpm presentano un deflusso di 52,6 milioni (sempre da inizio anno).

Crisi nel mondo delle gestioni patrimoniali. Il dato evidenziato da Assoreti mette in luce che per le gestioni patrimoniali individuali si osserva un deflusso totale pari a 266,9 milioni in aumento rispetto al mese di marzo quando era pari a 180,9 milioni. Da inizio anno il deflusso totale è stato di 858,9 milioni suddiviso tra gestioni patrimoniali in fondi (-806,4) e gestioni patrimoniali mobiliari (-52,6).

Nel mese di aprile la riduzione delle uscite nette dalle GPF è stata affiancata da valori di raccolta in GPM negativi, pari rispettivamente a -140 milioni e -126,9 milioni. Per quanto riguarda le gpf il deflusso maggiore ha riguardato il comparto obbligazionario (-285,9 milioni) così come per le gpm ove il comparto obbligazionario ha visto un deflusso di 287,7 milioni.

Se andiamo a guardare nel dettaglio le società si nota che tutte presentano un dato negativo in merito alle gpf. Il deflusso maggiore è quello di Banca Fideuram pari a -46,781 milioni seguito da Banca Cr Firenze (-44,853 milioni).

Per quanto riguarda le gpm Banca Fideuram presenta un dato di 67,7 milioni seguito da Intra PB con 12,728 milioni. In negativo invece la raccolta di Azimut (-160,624 milioni) e Az Investimenti SIM (-33,7).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, un compleanno all’insegna dei record

Reti, il gestito raddoppia e la raccolta è mostruosa

Ennio Doris, milioni di italiani ti devono tanto

NEWSLETTER
Iscriviti
X