Allianz, importante l'equilibrio nella pianificazione

A
A
A
di Marcella Persola 5 Giugno 2009 | 13:30
Con una raccolta netta ancora negativa nel mese di aprile (-23,697 milioni) la rete appartenente al gruppo assicurativo presenta qualche segnale di miglioramento. Soprattutto sul comparto fondi ove il flusso è positivo.

Ancora in negativo seppure in miglioramento la raccolta netta di Allianz. La rete guidata da Giacomo Campora ha generato un flusso di -23,697 milioni contro i -30,257 milioni del mese di marzo. In netto miglioramento il segmento gestito che è passato da una raccolta negativa pari a -25,547 milioni del mese di marzo a 8,078 milioni del mese di aprile.

Nel gestito prevale l’afflusso verso il comparto fondi che presenta una valorizzazione di 18,871 milioni in lieve progresso rispetto ai 17,129 milioni di marzo. Ancora in negativo le gpf che hanno generato un flusso di -2,933, e le gpm che hanno fatto -17,695 milioni. In progresso invece l’assicurativo che è salito a 9,836 milioni da raccolta dai -18,679 milioni di marzo.

Considerando il numero di promotori la rete raffrontando il dato di aprile su quello di febbraio ha perso 29 unità contando oggi 2041 promotori finanziari, posizionandosi al quarto posto della classifica Assoreti per numero di promotori finanziari operativi.

A livello di amministrato la raccolta resta negativa ma peggiore passando da -4,710 milioni a -31,776 valore di aprile.
Anche a livello di trimestre la situazione non è diversa. La raccolta netta è negativa per 102,458 milioni di cui -83,976 milioni derivanti dal gestito e -18,482 milioni dall’amministrato. Anche nel trimestre il comparto fondi è positivo con un flusso di 69,846 milioni e le gpf e le gpm sono negative con risultati rispettivamente pari a – 9,575 milioni e -60,072 milioni.

Ma l’a.d. non sembra aver perso la fiducia nella sua rete, infatti in occasione dell’incontro organizzato qualche giorno fa da Allianz Bank intitolato “Come investire sui mercati finanziari nei periodi di crisi” tenutosi presso Palazzo de Luca a Molfetta (BA) ha ricordato l’importanza del gruppo e della figura del financial advisor. «il nostro è il gruppo assicurativo più importante a livello globale Allianz conta 80 milioni di clienti in 70 paesi. – ha sottolineato Campora, nel suo discorso -  E’ una banca che si concentra principalmente sulla clientela privata. Figura centrale è il financial advisor, ossia il promotore finanziario o il consulente finanziario», ha continuato l’amministratore delegato, «è un professionista all’avanguardia molto preparato che ha competenza tecnica ed empatia umana, ed è al fianco del cliente, con cui cerchiamo di creare un progetto coerente e che duri nel tempo. In momenti di crisi come quello che stiamo attraversando è importante l’equilibrio nella pianificazione degli investimenti».

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Generali, entra una top banker da Allianz Bank

Allianz cresce sulle ali del Dragone

Da Allianz e IFC una partnership sui mercati emergenti virtuosi

NEWSLETTER
Iscriviti
X