Promotori Finanziari – Nuovi ingressi per IPB SIM

A
A
A
di Marcella Persola 22 Giugno 2009 | 12:49
Grazie all’arrivo di 8 nuovi consulenti si arricchisce la società guidata da Roberto Imbriale, che per creare un’ulteriore comunione di interessi tra cliente e advisor ha varato dei nuovi contratti.

Si arricchisce di nuovi ingressi IPB SIM. La società guidata da Roberto Imbriale ha annunciato l’ingresso di 8 nuovi professionisti.
Si tratta di Massimo Tamborrino, già promotore di Banca Sai, che opererà nella sede di Lecce. Partner dello studio Tamborrino e associati, fondato dal Prof. Antonio Tamborrino; già Presidente del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti, si arruola nelle fila di IPB SIM. Sulla piazza romana si aggrega a IPB SIM Marco Capitani con alle spalle 10 anni passati in San Paolo Invest e 4 in Euromobiliare.

In Toscana e in particolare a Firenze opererà invece Carlo Galliani, promotore Banca Sai che lascia il gruppo. Proseguendo verso sud a Napoli invece si insedia Maria Rosaria Salese che ha lasciato Banca Sara e ha inaugurato la prima sede della società guidata da Imbriale nella città partenopea. Intanto in Sardegna Gianfranco Angius, già manager di Zeta Sim  e Finanza e Futuro sceglie di arruolarsi con IPB SIM nella sede di Cagliari.

Nel nord Italia invece la società ha arruolato Angelo di Pasquale, socio onorario AIAF (Associazione italiana analisti finanziari) che opererà nella sede milanese. A Varese invece si insedia Pierluigi Biondi, ex responsabile del collocamento prodotti e della clientela Istituzionale presso la Banca Popolare di Sondrio e ex direttore commerciale di Conafi Prestitò SpA. Infine Nicola Capra Manuini: già consulente indipendente, inaugura la sede di Brescia.

Ma per la società guidata da Roberto Imbriale l’arrivo di nuovi professionisti non è l’unica novità. La società, infatti, si è dotata di due nuovi contratti di consulenza in materia di investimenti rivolti a clientela con patrimonio superiore al milione di euro. A fronte di commissioni di consulenza scontate, questi nuovi contratti prevedono l’eventuale applicazione di una commissione di performance qualora il rendimento del patrimonio oggetto del servizio di consulenza risulti annualmente superiore al rendimento di un benchmark coerente al portafoglio consigliato (IPB GOLD) o ad un determinato obiettivo di rendimento assoluto (IPB GOLD ABSOLUTE). la volontà ha spiegato l’a.d. «è quella di rispondere in modo sempre più soddisfacente alle esigenze dei clienti e rafforzare la comunione di interessi fra consulente e cliente».

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Independent all’ultimo giro

Promotori, Ipb sim al capolinea

IPB SIM, Marchi è il consulente del mese

NEWSLETTER
Iscriviti
X