Banca Mediolanum resta al timone della raccolta

A
A
A
di Marcella Persola 29 Giugno 2009 | 14:00
Grazie a un incremento molto forte del comparto assicurativo nel segmento gestito, e a una forte liquidità nel segmento amministrato, la raccolta netta del gruppo guidato da Ennio Doris genera un flusso di oltre 500 milioni.

Regina indiscussa della raccolta netta mensile per il mese di maggio è ancora Banca Mediolanum. La rete del gruppo presieduto da Ennio Doris ha generato un flusso di 564,692 milioni derivanti per 183,2 milioni dal segmento gestito e i restanti 381,492 milioni dall’amministrato.

Nel segmento gestito si mette in evidenza in particolare il comparto assicurativo e previdenziale il cui flusso totale è pari a circa 129,264 milioni, seguito dal comparto fondi che ha raccolto 54,958 milioni. Nel segmento amministrato invece si evidenzia la liquidità che ha valorizzato 490,934 milioni contro un comparto titoli che ha generato un deflusso di 109,442 milioni.

Rispetto al mese di aprile la raccolta è però in calo, seppure di poco, passata da 606,616 milioni agli attuali 564,692 milioni. Rispetto ad aprile si nota una crescita, nel segmento gestito, del comparto assicurativo e un calo del comparto fondi, passato da 75,812 milioni agli attuali 54,958 milioni.

Anche il saldo promotori si presenta negativo, in quanto secondo i dati pubblicati da Assoreti il gruppo avrebbe perso 19 promotori finanziari, essendo la rete passata da 4971 pf agli attuali 4952.

Dati che comunque non sorprendono. L’a.d. infatti del gruppo aveva già annunciato che dopo il record storico di aprile, la raccolta netta di maggio “andava molto forte”. E i risultati lo confermano.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Mediolanum, ecco come funziona la remunerazione dei consulenti

Banca Mediolanum, appuntamento con la protezione assicurativa

Doris, è il momento del pharma

NEWSLETTER
Iscriviti
X