La scuderia Banco Posta

A
A
A
Avatar di Redazione 2 Luglio 2009 | 12:00
Dovremmo scegliere gli investimenti analizzandoli così come facciamo quando compriamo una macchina. Ecco allora una carrellata sui principali strumenti di investimento.

Conto corrente Banco Posta: consente la stessa operatività di quello bancario.  La ritenuta fiscale sugli interessi è pari al 27%.

Libretti di risparmio postale: possono essere nominativi o al portatore. Per il 90% sono al portatore, il loro saldo al portatore. Per il 90% sono al portatore, il loro saldo al portatore non può superare i 12.500 euro. Gli interessi vengono accreditati alla fine dell’anno solare. Sugli interessi grava una aliquota fiscale del 27%.
Libretti intestati ai minori: sono nominativi e intestati esclusivamente a minori. Il versamento minimo è di 10 euro. Non sono consentiti versamenti che determinino un saldo superiore a 10.000 euro. Sono di tre fasce. La A intestata ai minori da 0 a 12 anni, B ai minori di età compresa tra i 12 e i 14 anni, C ai minori tra i 14 e i 18 anni.

Buoni fruttiferi postali ordinari: sono nominativi, non sono cedibili e non possono essere dati in pegno. L’interesse è calcolato e riconosciuto ogni due mesi. Durata massima 20 anni.

Buoni fruttiferi postali ventennali e a 18 mesi: i primi possono essere emessi in tagli da 50 a 5.000 euro. La durata massima è 20 anni. I secondi hanno tagli da 50 euro.
Buoni fruttiferi postali indicizzati a scadenza: la loro indicizzazione è riferita al Dow Jones Euro Stoxx 50. Sono liquidati al termine del quinto o settimo anno.
Buoni fruttiferi postali “premia”: emessi per la prima volta nell’ottobre 2007, sono indicizzati al Dow Jones Euro Stoxx 50. Sono liquidati al termine del settimo anno successivo alla data di sottoscrizione.
Buoni fruttiferi postali “indicizzati all’inflazione”: nominativi, durata massima 10 anni. Prevedono tassi di interesse fissi nominali annui. Emessi con tagli pari a 250 euro e multipli.
Buoni fruttiferi postali dedicati ai minori di età: la scadenza naturale è fissata al compimento del 18° anno di età del minore. Il taglio è di 50 euro e multipli.

Tutti i giorni su Bluerating.com sarà possibile leggere “a puntate” il vademecum blu “Io non ci casco più!”. Lunedì 8 giugno è partita anche la newsletter mensile gratuita di educazione finanziaria “Io non ci casco più! News”, che sarà veicolata dal sito www.iononcicascopiu.it e avrà carattere informativo e divulgativo.
 

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X