Private Equity – Mediobanca schiaccia tutti

A
A
A
di Fabio Coco 3 Luglio 2009 | 10:20
Nel primo semestre 2009 Mediobanca ha annunciato oltre 18,4 miliardi di dollari di acquisizioni e fusioni, con 17 operazioni in vista e 13 già completate. Nonostante il calo significativo del settore M&A, non mancano, quindi, operazioni di vasta portata.

Il mercato delle operazioni di fusioni e acquisizione ha subito una brusca frenata in questo primo semestre 2009, non solo a livello globale, dove il decremento è stato pari al -40,2%, ma anche in Italia, in cui si è assistito ad un calo del -57,5%. Secondo l’indagine svolta da Thomson Reuters e pubblicata oggi su Finanza & Mercati, le operazioni annunciate nel periodo a livello internazionale, ammontano a 941  miliardi di dollari, mentre in Italia a 30 miliardi.

A dominare le classifiche, sia in termini di controvalore annunciato che per numero, è [s]Mediobanca[/s]: 18,446 sarebbero, infatti i miliardi di dollari corrispondenti a 17 operazioni annunciate, oltre alle 13 operazioni già completate, per un totale di 19,152 miliardi di dollari. JP Morgan, invece, ha annunciato solo 5 operazioni, ma per un controvalore elevato pari a 18,198 miliardi di dollari; altrettante sono state le operazioni concluse dalla banca americana al primo semestre 2009, per un ammontare complessivo di 16,737 miliardi.

Tre le operazioni annunciate da [s]Goldman Sachs[/s], Credit Suisse e Citi, per ammontari pari, rispettivamente, a 16,668 miliardi di dollari, a 15,469 miliardi ed a 15,401 miliardi di dollari, secondo Thomson Reuters. Goldman Sachs ha già completato 4 operazioni di M&A per un controvalore di 15,98 miliardi di dollari, mentre Credit Suisse ha concluso 2 operazioni per un ammontare di 16,644 miliardi di euro.

Lazard ed [s]Intesa Sanpaolo[/s] sono ai primi posti in termini di numero di operazioni annunciate, ben 11. Per Lazard si tratterebbe di un controvalore pari a 14,629 miliardi di dollari (8 quelle già concluse), mentre per l’istituto di Passera il controvalore è pari a 2,078 miliardi (ben 16 quelle già completate, per 3,356 miliardi di USD).

Seppur vi sia stato un calo in Italia ed a livello internazionale, comunque si è visto come non siano mancati importanti deal. Una ripresa del settore, ad ogni modo, è attesa per la seconda parte dell’anno, quando le condizioni sui mercati allenteranno un po’ la presa.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Obbligazioni: da Goldman Sachs nuovi bond a tasso fisso

Fondi, Goldman Sachs completa l’acquisizione di NN Investment Partners

Certificati, da Goldman Sachs 11 nuovi Cash Collect

NEWSLETTER
Iscriviti
X