Banche – Una valanga di poltrone per Citigroup

A
A
A
Avatar di Fabio Coco 10 Luglio 2009 | 08:40
Giro di poltrone mai visto per Citigroup. Il direttore finanziario lascia il posto per diventare il nuovo vice presidente della società, al suo posto l’ex responsabile contabilità e controllo. Cambia anche l’amministratore delegato della divisione bancaria. E non finisce qui.

L’amministratore delegato di Citigroup, Vikram Pandit, ha annunciato diversi cambiamenti nel management, al fine di supportare le attività della società e le priorità strategiche e far sì che un team adatto si concentri verso questi sforzi.

Così, Edward “Ned” Kelly, ex direttore finanziario, si occuperà delle strategie estere e di acquisizione e fusione della società, diventando vice presidente di Citigroup. Un comunicato sottolinea come il dottor Kelly lavorerà in stretta vicinanza con Pandit al fine di condurre Citi verso il raggiungimento delle proprie priorità strategico-operative.

John Gerspach, invece, in precedenza responsabile dell’area di controllo e contabilità, prenderà il posto di Ned Kelly come direttore finanziario.
I cambi di poltrona non finiscono qui per Citi. Eugene M. McQuade entrerà in Citi quale amministratore delegato di Citibank, la divisione bancaria del Gruppo. Mc Quade è stato vice presidente di Merrill Lynch e presidente di Merrill Lynch Banks US. Ancor prima, è stato rpesidente e direttore operativo per Freddie Mac ed ha ricoperto la posizione di presidente anche in Bank of America Corporation.

Inoltre, Bill Rhodes ha espresso alla società la propria intenzione di concentrarsi maggiormente sul franchise internazionale di Citi e meno sui propri compiti operativi. Rhodes continuerà nel suo incarico di senior vice presidente di Citigroup e Citibank e farà un passo indietro dalle posizioni di presidente ed amministratore delegato di Citibank. La vasta esperienza internazionale maturata da Bill Rhodes, sarà di aiuto per sviluppare il franchise di Citi.

E ancora, Gary Crittenden, presidente di Citi Holdings, ha deciso di lasciare la società per passare più tempo con la propria famiglia nello Utah e per sviluppare altri interessi economici. A tal proposito, Pandit ha dichiarato: “Apprezziamo i contributi di Gary nei diversi ruoli ricoperti e auguriamo a lui ed alla sua famiglia tutto il bene possibile”. Intanto, la famiglia Citi continua ad evolversi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Dollaro: per Citigroup scenderà del 20% nel 2021

Jane Fraser, prima donna a guidare un colosso bancario a Wall Street

Polonia, la Cina d’Europa

NEWSLETTER
Iscriviti
X