Istituzioni – Bankitalia congela Zopa Italia

A
A
A
Avatar di Marcella Persola 14 Luglio 2009 | 08:40
Con un decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze la società, che aveva fatto dello scambio di piccole somme di denaro on-line il suo business, è stata cancellata dall’elenco degli intermediari finanziari ex art. 106 e non potrà più svolgere l’attività.

Erano convinti che il web non avesse bisogno di intermediari e che soprattutto l’attività del credito non ne avesse proprio bisogno. Avevano sposato l’idea che così come accade su e-Bay anche la richiesta di prestito potesse essere svolta tra privati, con un semplice click. Con un risparmio notevole di tempo, tassi e un guadagno per tutti.

Ora queste conferme iniziano a crollare perché è arrivato lo stop da Bankitalia. In data 10 luglio 2009, così come si legge sul sito di uno dei più importanti siti di social lending, Zopa Italia, è stato notificato a Zopa il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze che, su indicazione di Banca d’Italia, ha cancellato dall’elenco degli intermediari finanziari ex art. 106 la società.
La motivazione sarebbe che l’attività non sarebbe una semplice intermediazione di pagamenti ma di raccolta dei risparmio.

Ora la società che si vede costretta a sospendere la trattazione di nuovi prestiti e l’ingresso di nuovi prestatori sta valutando tutte le iniziative, anche di natura giurisdizionale, per tutelare la propria posizione e la community e respingendo le accuse.

Vedremo cosa riusciranno a realizzare. Al momento la società ha spiegato sul sito internet che non è più abilitata ad esercitare l’attività e sta chiedendo la solidarietà e il sostegno di tutti coloro che ne hanno usufruito.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Patrimoniale, luce verde da Bankitalia

Italiani, milioni di conti correnti ma con piccole somme

Consulenti, Bankitalia boccia Anasf

NEWSLETTER
Iscriviti
X