Generali Italia, integrazione conclusa

A
A
A
di Chiara Merico 27 Febbraio 2017 | 10:20
L’ad Sesana a CorrierEconomia: “Ora siamo un gruppo integrato più competitivo con tre brand (Generali, Alleanza e Genertel)”

PROCESSO CONCLUSO – Il processo di integrazione di Generali Italia può dirsi concluso. A sottolinearlo, in un’intervista al CorrierEconomia, è Marco Sesana, nuovo country manager e amministratore delegato. “Il processo avviato nel 2013 si è concluso con anticipo a inizio 2016. Ora siamo un gruppo integrato più competitivo con tre brand (Generali, Alleanza e Genertel), una sola macchina operativa e un unico controllo di rischi e servizi, con 40mila professionisti sul territorio”. In particolare Alleanza, che lo scorso 16 febbraio ha tenuto la convention annuale a Genova, “è una rete agile e ci permette di introdurre velocemente innovazioni. Si distingue per avere consulenti e clienti giovani: quasi il 40% è under 40”, ha dichiarato Sesana.

NOVITA’ PER VITA E DANNI – Per quanto riguarda il business, nel ramo Vita “abbiamo chiuso il 2016 con una raccolta netta superiore a 7 miliardi e negli ultimi mesi dello scorso anno la produzione di polizze ibride è arrivata al 50%”, ha spiegato Sesana. “Noi continueremo ad andare incontro all’esigenza delle famiglie italiane che cercano crescita e protezione degli investimenti”. Sul fronte Danni, invece, “vogliamo lavorare con i nostri clienti per la prevenzione dei rischi, piuttosto che sulla liquidazione dei danni. Così nella Rc auto abbiamo introdotto dispositivi che aiutano a migliorare lo stile di guida in tempo reale”

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Generali, alleanza in famiglia

Banca Generali, spazio alle polizze

Generali, riorganizzazione in vista in Italia

NEWSLETTER
Iscriviti
X