Generali Italia, integrazione conclusa

A
A
A
Chiara Merico di Chiara Merico 27 Febbraio 2017 | 10:20
L’ad Sesana a CorrierEconomia: “Ora siamo un gruppo integrato più competitivo con tre brand (Generali, Alleanza e Genertel)”

PROCESSO CONCLUSO – Il processo di integrazione di Generali Italia può dirsi concluso. A sottolinearlo, in un’intervista al CorrierEconomia, è Marco Sesana, nuovo country manager e amministratore delegato. “Il processo avviato nel 2013 si è concluso con anticipo a inizio 2016. Ora siamo un gruppo integrato più competitivo con tre brand (Generali, Alleanza e Genertel), una sola macchina operativa e un unico controllo di rischi e servizi, con 40mila professionisti sul territorio”. In particolare Alleanza, che lo scorso 16 febbraio ha tenuto la convention annuale a Genova, “è una rete agile e ci permette di introdurre velocemente innovazioni. Si distingue per avere consulenti e clienti giovani: quasi il 40% è under 40”, ha dichiarato Sesana.

NOVITA’ PER VITA E DANNI – Per quanto riguarda il business, nel ramo Vita “abbiamo chiuso il 2016 con una raccolta netta superiore a 7 miliardi e negli ultimi mesi dello scorso anno la produzione di polizze ibride è arrivata al 50%”, ha spiegato Sesana. “Noi continueremo ad andare incontro all’esigenza delle famiglie italiane che cercano crescita e protezione degli investimenti”. Sul fronte Danni, invece, “vogliamo lavorare con i nostri clienti per la prevenzione dei rischi, piuttosto che sulla liquidazione dei danni. Così nella Rc auto abbiamo introdotto dispositivi che aiutano a migliorare lo stile di guida in tempo reale”

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banca Generali, alleanza in famiglia

Banca Generali, spazio alle polizze

Generali, riorganizzazione in vista in Italia

NEWSLETTER
Iscriviti
X