Banche – Boom di Generali nel semestre, quadruplica l'utile

A
A
A
di Fabio Coco 29 Luglio 2009 | 14:40
L’utile netto dell’istituto guidato da Girelli, chiude il semestre con un utile netto di 23,9 milioni di euro, quattro volte circa i 5,5 milioni del periodo 2008. Il risultato è stato favorito dal boom nei profitti del secondo semestre, aumentati del 204% rispetto all’analogo orizzonte dell’anno scorso.

Banca Generali ha approvato i risultati del primo semestre 2009. L’utile netto è stato pari a 23,9 milioni di euro, quattro volte il risultato corrispondente del 2008, in cui i profitti erano stati pari a 5,5 milioni. Il margine di interesse, riporta una nota della società, si è attestato a 28,6 milioni (+4%), mentre la crescita del margine ha beneficiato del contributo positivo di Banca del Gottardo Italia (3,1 milioni) e del parziale recupero a conto economico (4,2 milioni) delle minusvalenze non realizzate che erano state contabilizzate nel 2007 e 2008. Così come già evidenziato nei dati del 1° trimestre dell’anno, questi elementi hanno più che compensato l’effetto legato al calo dei tassi nel periodo. 

E’ molto positiva la tenuta dei ricavi ricorrenti (margine di interesse, commissioni di vendita, commissioni di gestione e commissioni bancarie) che si sono attestati a 142,5 milioni di euro, contro i 146,4 milioni del primo semestre 2008 (-2,7% ).  

Le commissioni nette hanno registrato un valore pari a 86,6 milioni, con un incremento del 28,5% annuo, anche grazie alla politica di efficientamento del pay-out avviata fin da inizio anno. Complessivamente il margine di intermediazione è stato pari a 128,5 milioni con un incremento del 53% anno su anno. Il totale dell’attivo del Gruppo Banca Generali al 30 giugno 2009 è risultato pari a 3.433 milioni; il patrimonio netto consolidato si è attestato a 218 milioni, portando il Total Capital Ratio al 12,49%. 

“I risultati di questo semestre sono buoni, perché raggiunti in un contesto economico ancora difficile”, ha affermato l’amministratore delegato, Giorgio Girelli. “Banca Generali, grazie ad una strategia di medio-lungo periodo impostata da diverso tempo, continua a crescere in modo strutturale e regolare, sia in termini di sviluppo delle masse gestite che in termini di risultati economici. Riteniamo che, anche grazie agli importanti progetti strategici avviati recentemente, le opportunità di ulteriore espansione di Banca Generali nel breve e nel medio periodo siano molto incoraggianti e possano consentire all’azienda di proseguire il suo percorso di crescita”. 

Il risultato del semestre è stato spinto da quello del secondo trimestre, in cui Generali ha registrato un utile pari a 18,9 milioni di euro, il +204% anno su anno. Il margine di intermediazione ha raggiunto 73,6 milioni (+59,2%), grazie alla sostenuta crescita delle commissioni nette (53,5 milioni, +68,5%), mentre il risultato operativo registra un incremento del 105,8% , passando da 16,1 milioni del secondo trimestre 2008 agli attuali 33,1 milioni. 

Le masse in gestione (AUM) si sono attestate a 19,5 miliardi di euro, con un incremento del 3,7% rispetto ai 18,8 miliardi registrati al 31 marzo 2009. La crescita delle masse è stata trainata in particolare dal segmento dei fondi comuni (pari a 5,1 miliardi, +8,1% da inizio anno).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X