Intesa Sanpaolo e BNP Paribas, accordo raggiunto su Findomestic

A
A
A

Tramite la controllata BNP Paribas Personal Finance, la banca francese acquisirà il controllo di Findomestic e continuerà ad estendere l’applicazione del proprio modello di business integrato in Europa. Di seguito, uno stralcio del comunicato della società.

Avatar di Fabio Coco4 agosto 2009 | 12:30

Intesa Sanpaolo e BNP Paribas hanno raggiunto un accordo in merito a Findomestic, la società di credito al consumo partecipata al 50% ciascuno dai due Gruppi. A seguito dell’operazione, BNP Paribas, tramite la società interamente controllata BNP Paribas Personal Finance, acquisirà il controllo di Findomestic e continuerà ad estendere l’applicazione del proprio modello di business integrato in Europa.

L’operazione, subordinata all’approvazione delle competenti autorità, consente a BNP Paribas di rivitalizzare lo sviluppo di Findomestic attuando una nuova strategia gestionale e industriale.

L’accordo prevede che il Gruppo Intesa Sanpaolo ceda la sua quota del 50% in due tempi. Una prima quota del 25% oggetto di acquisto da parte del Gruppo BNP Paribas entro il 2009 e la restante quota del 25% tra il 2011 e il 2013, secondo una delle seguenti modalità a scelta del Gruppo BNP Paribas: acquisto da parte della stesso Gruppo BNP Paribas, IPO o vendita a terzi, con un meccanismo d’uscita che dà al Gruppo Intesa Sanpaolo la sostanziale certezza della finalizzazione di tali modalità.

Escludendo l’aumento di capitale recentemente approvato, il valore della prima quota del 25% è pari a 500 milioni di euro, mentre il valore della restante quota verrà determinato, nell’ambito di un minimo di 350 e un massimo di 650 milioni di euro, applicando a Findomestic un multiplo del patrimonio netto riscontrato per un gruppo di società comparabili.

L’impatto positivo per il Gruppo Intesa Sanpaolo nell’esercizio in corso – derivante dalla cessione della prima quota del 25% – sull’utile netto consolidato sarà di circa 260 milioni di euro e sul Core Tier 1 ratio di circa 13 punti base. In relazione al valore determinato per la cessione della seconda quota, l’ulteriore futuro impatto positivo previsto per l’utile netto consolidato potrà essere compreso tra circa 130 e 390 milioni di euro e per il Core Tier 1 ratio tra circa 7 e 14 punti base.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banche, primi passi verso Basilea 3

Le banche italiane aumentano la liquidità con il tiering della Bce

Banche, 9 miliardi di utili ma meno dipendenti

Allianz Italia, raccolta sugli scudi nel 2019

Mediolanum, Doris promette un utile 2019 da record

Mediolanum, il trimestre regala masse record e dividendo

Rendiconti ex Mifid 2 e trasparenza, Mps in prima linea

Banche, l’Inventive Banking sarà fondamentale

IWBank, settebello nel reclutamento

Doris ha un tesoro di 100 milioni

Credem, destinazione innovazione

Widiba dalla parte delle start up

IWBank PI, l’evoluzione è adesso

Banche: fusione Ubi-Bper, ecco a chi e perché piace

Banche europee, l’ondata dei tagli

Fineco, reclutamento doc

Banco Bpm-Ubi, tentazione terzo polo

Pir, la sfuriata di Doris

Allianz Bank FA, advisory in riva al lago

Banche, la cooperazione vista dall’Asia

Banca Mediolanum, nuova avventura nel centro Italia

Fideuram e Sanpaolo Invest, è tempo di turnover nelle reti

Wealth management, ecco il master per i manager

BlackRock, sale la quota nei giganti bancari

Banche, i tassi hanno un conto salato

Consulenti, ecco la banca del 2029

Banche, cooperazione significa efficienza

Governo giallorosso, sulle banche poche parole

Banche online, grandissimi rischi

Banche, è crollo dei prestiti

Consulenti, ecco il segreto per non mollare

Carige, resa dei conti a settembre

Banche, lo spauracchio dei tagli al personale

Ti può anche interessare

Mossa: prima il banker, poi la tecnologia

Per l’a.d. di Banca Generali il Fintech accelera l’offerta di qualità, ma non si sostituisce al ...

Morgan Stanley, terzo trimestre super per l’investment management

L’ investment management di Morgan Stanley archivia un terzo trimestre del 2019 con una cresci ...

Carige, scoppia la polemica sulla nazionalizzazione

Il governo si divide su come affrontare la crisi dell'istituto ligure ...