Bonus bancari, Sarkozy batte il pugno

A
A
A
di Fabio Coco 25 Agosto 2009 | 13:00
Il ministro al Bilancio francese Eric Woerth fa da portavoce al proprio premier, annunciando una maggior attenzione del governo verso gli incentivi bancari ai propri professionisti.

Il ministro del Bilancio francese Eric Woerth ha preannunciato una maggior rigidità da parte di Nicolas Sarkozy riguardo alle politiche sui bonus da parte delle banche, definiti “indecenti”. Il ministro, a tal proposito, ha oggi dichiarato che “bisogna assolutamente fare in modo che le banche regolino i bonus variabili che creano un sentimento di ingiustizia molto forte”.

Peraltro nel pomeriggio, il premier transalpino incontrerà proprio i banchieri, in seguito allo scandalo bonus di BNP Paribas. L’istituto ha accantonato, infatti, un miliardo di euro per remunerare i propri trader all’inizio del 2010, secondo quello che emerge dai risultati semestrali e del secondo trimestre 2009 (chiuso con un positivo +6,6%, a quota 1,604 miliardi di euro). La banca, a causa della crisi finanziaria, ha beneficiato di un sostegno statale pari a 5 miliardi di euro; la recente notizia riguardante l’accantonamento di 1 miliardo di euro in bonus e benefit vari, di conseguenza, ha sollevato l’opinione pubblica in Francia.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fondi, Bnp Paribas AM nomina il nuovo Head of Quantitative Portfolio Management

Mercati, da Bpn Paribas due nuovi bond a tasso misto

Certificati, da Bnp Paribas una nuova serie di Memory Cash Collect

NEWSLETTER
Iscriviti
X