Banche – Passera in aiuto delle imprese di Sangalli

A
A
A
di Fabio Coco 27 Agosto 2009 | 12:00
Intesa Sanpaolo e Confcommercio hanno siglato un accordo che prevede un fondo di complessivi 3 miliardi di euro messi a disposizione dalla banca per sostenere le piccole imprese.

Confcommercio e Intesa Sanpaolo hanno firmato un accordo che prevede la messa a disposizione da parte del Gruppo Bancario di un plafond complessivo di 3 miliardi di euro destinato alle imprese associate alla Confederazione. L’obiettivo, si riporta da una nota, è quello di sostenere le piccole imprese del commercio, del turismo e dei servizi, assicurando loro la liquidità necessaria per soddisfare le esigenze di cassa e favorire la realizzazione di nuovi programmi di rafforzamento patrimoniale e di nuovi progetti.

L’accordo, sottoscritto dal Presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, e dal Consigliere Delegato di Intesa Sanpaolo, Corrado Passera, rappresenta una risposta concreta alla grave crisi in atto a livello mondiale e agli inevitabili impatti sulle imprese e le attività commerciali e distributive.
La realizzazione di tali obiettivi sarà resa possibile soprattutto in forza della presenza capillare della Divisione Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo guidata dal Direttore Generale Francesco Micheli, che attraverso le 6.200 filiali distribuite in tutto il Paese, garantisce la prossimità alle piccole e medie imprese sul territorio nazionale.

“Riattivare in tempi rapidi le dinamiche di crescita economica è la priorità rispetto alla quale ci poniamo con tutto l’impegno necessario – ha dichiarato Corrado Passera, Consigliere Delegato di Intesa Sanpaolo. Il comparto del commercio e del turismo e, più in generale, dei servizi, svolgono a tal fine un ruolo decisivo e ad esso intendiamo assicurare le risorse necessarie per affrontare e superare le difficoltà derivanti dalla crisi. Le aziende potranno così sviluppare i propri progetti e rafforzarsi in misura adeguata, per esprimere al meglio le grandi potenzialità di un settore chiave, in termini competitivi, per la ripresa del nostro Paese ”.

“Un accordo di vitale importanza – ha dichiarato Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio – tanto più in previsione di un autunno in cui con tutta probabilità registreremo il permanere di una situazione di difficoltà per molte piccole e medie imprese. E considerando che nei primi sei mesi del 2009 hanno giù chiuso oltre 36.000 imprese commerciali al dettaglio, questa iniziativa con Intesa Sanpaolo va proprio nella direzione di scongiurare il rischio di ulteriori chiusure evitando di far mancare l’ossigeno del credito, fondamentale, oggi più che mai, per consentire alle PMI di uscire presto e bene dalla crisi”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Confcommercio: calo dei consumi dell’11% e aumento mortalità imprese. Le raccomandazioni di Mediobanca

Consumi, recupero sottotono: -15% a giugno

Confcommercio, consumi sostanzialmente stabili a novembre

NEWSLETTER
Iscriviti
X