Banca Fideuram, un fardello chiamato amministrato

A
A
A
di Marcella Persola 7 Settembre 2009 | 14:00
Con una raccolta netta pari a -53,528 milioni la rete del gruppo Intesa Sanpaolo esce dalla classifica mensile delle migliori reti per raccolta netta. Ma nei fondi primeggia su tutte.

Crolla la raccolta netta totale di Banca Fideuram. La rete del gruppo Intesa Sanpaolo è passata da una raccolta di 49,898 milioni del mese di giugno a un flusso negativo per il mese di luglio pari a -53,528 milioni.

In particolare la rete si mostra dinamica sul fronte gestito con un flusso pari a 112,510 milioni di cui 168,381 milioni derivante dal flusso dei fondi e 18,233 dalle gpm. Sul fronte fondi, in particolare, la rete dimostra di essere una delle migliori a livello di raccolta. Anche nel mese precedente, ossia giugno 2009, sul fronte fondi la rete del gruppo Intesa Sanpaolo aveva mostrato tutta la sua vivacità.

Perdono terreno, nel mese di luglio, le gestioni patrimoniali in fondi che hanno generato un deflusso di 49,070 milioni. Nel mese di giugno invece il flusso era stato positivo e pari a 6,825 milioni.

Sul fronte amministrato invece il flusso è negativo per 166,038 milioni di cui -76,556 milioni derivanti dalla liquidità e -89,482 milioni sul fronte titoli. Nel mese di giugno invece il deflusso era stato di 280,510 milioni di cui 141,717 milioni per i titoli e 138,793 milioni per la liquidità.

La rete guidata da Antonello Piancastelli presenta a livello di unità un bilancio positivo essendo passata da 3066 a 3069 promotori finanziari.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fideuram ISPB, Cubelli nuovo co d.g.

Fideuram Ispb, terremoto al vertice

Fideuram ISPB fa il pieno nel reclutamento

NEWSLETTER
Iscriviti
X