Banca Italease corre ai ripari, via libera all'aumento di capitale

A
A
A
Avatar di Fabio Coco 9 Settembre 2009 | 08:30
Il prossimo 12 ottobre, il Cda dell’istituto di Benassi è convocato in via straordinaria per varare un aumento di capitale da 1,2 miliardi di euro, al fine di coprire 152 milioni di perdite.

Il Consiglio di Amministrazione di Banca Italease ha convocato per il 12 e 14 ottobre prossimo, in prima e seconda convocazione, un’assemblea straordinaria, con ordine del giorno la perdita di periodo di  152,39 milioni di euro che hanno determinato una riduzione del patrimonio netto di circa 207 milioni di euro, dopo che nell’assemblea del 30 aprile, si era ritenuto di rinviare l’adozione di provvedimenti per la coperture delle perdite a fine dicembre 2008, complessivamente pari ad oltre un terzo del capitale sociale.

Inoltre, l’assemblea dei soci sarà chiamata a valutare la proposta di attribuire delega al Cda ad aumentare il capitale sociale dell’istituto di [p]Lino Benassi[/p] mediante offerta in opzione ai soci, per un importo massimo di 1,2 miliardi di euro. Banco Popolare sottoscriverà l’eventuale inoptato. 

“I citati interventi di patrimonializzazione, si rendono necessari, oltre che per la ricostituzione del capitale sociale di Banca Italease, anche per il ripristino dei coefficienti patrimoniali in linea con la normativa di vigilanza e per assicurare adeguate condizioni di gestione per Banca Italease e le sue partecipate anche in prospettiva futura”.

Per quanto concerne il piano di riorganizzazione del gruppo, il Cda ha attribuito a KPMG, quale esperto indipendente, di effettuare le perizie ai sensi di legge della stima dei rami d’azienda da conferire in “NewCo Uno”, mentre per gli apporti in “NewCo Due”, l’incarico è stato affidato alla società Reconta Ernst & Young.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Ftse Mib, l’allerta è massima. Le blue chip sotto i riflettori

Ftse Mib, massima attenzione ai supporti. Le blue chip sotto i riflettori

Blueindex: Natixis in luce, Banco Bpm in altalena

NEWSLETTER
Iscriviti
X