Destinazione finale Santander per Banca Fideuram

A
A
A
di Private Banker 11 Settembre 2009 | 14:03
Il passaggio dell’istituto alla famiglia Agnelli sarebbe, secondo autorevoli indiscrezioni, solo la prima tappa di un viaggio che porta in Spagna. A manovrare il tutto Don Emilio Botin sempre più vicino alla galassia Agnelli, come dimostra la sponsorizzazione della Ferrari e…

Un’operazione in due tappe, quella che si preannuncia su Banca Fideuram. Secondo autorevoli indiscrezioni, infatti, l’eventuale passaggio dell’istituto controllato da Intesa Sanpaolo alla Exor della famiglia Agnelli sarebbe solo un primo passaggio. La destinazione finale di Fideuram, infatti, potrebbe essere quella dello spagnolo Banco Santander e il “passaggio” in Exor servirebbe solo ad avviare una pesante ristrutturazione del gruppo.

Di certo c’è che Santander, guidato da “Don” Emilio Botìn, che fu già azionista del Sanpaolo, si è riavvicinato molto alla galassia Agnelli come dimostra l’ultima sponsorizzazione della Ferrari. Inoltre sono note le intenzioni del gigante spagnolo di crescere nel nostro Paese, dove Santander è già attivo nel credito al consumo e nel private banking.

Infine l’approdo finale di Fideuram in Santander potrebbe tornare utile sul dossier della riorganizzazione di Generali, i cui vertici scadono il prossimo anno: la figlia di Don Emilio, Ana, siede infatti nel board del Leone di Trieste. E come non dimenticare che Santusa Holding, controllante il Santander, detiene l’1,84% di Mediobanca, che è il vero “dominus” delle Generali ed è pure nel sindacato della banca presieduta da Cesare Geronzi? L’operazione Fideuram, inoltre, sarebbe una bella rivincita per Ettore Gotti Tedeschi, banchiere cattolico ed esponente di punta del Santander in Italia, che visse l’uscita dell’istituto iberico dal capitale del torinese Sanpaolo come una sconfitta personale.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Azioni: le “best idea” su cui puntare in Europa

Certificati, da Vontobel cinque nuovi Bonus Cap Certificates

Anche le obbligazioni condizionate dai dazi

NEWSLETTER
Iscriviti
X