Fortis Bnp e Ubi, nasce il nuovo colosso assicurativo

A
A
A

Fortis e BNP Paribas Assurance annunciano l’acquisizione del 50% + 1 azione di UBI Assicurazioni, leader nel mercato italiano della bancassicurazione danni. L’operazione sarà eseguita tramite una holding (F&B Insurance Holdings) posseduta da Fortis (50% + 1 azione) e BNP Paribas Assurance (50% – 1 azione).

Avatar di Redazione18 settembre 2009 | 07:00

UBI Assicurazioni è attualmente controllata al 100% da UBI Banca, che manterrà il 50% – 1 azione. Al closing dell’operazione, Fortis e BNP Paribas Assurance corrisponderanno 120 milioni di euro in contanti. UBI Banca riceverà inoltre circa 40 milioni di euro in contanti, al raggiungimento di determinate soglie di volume in futuro. Una volta completata la transazione, Fortis e BNP Paribas Assurance si avvarranno delle competenze di UBI Assicurazioni per sviluppare e commercializzare nuovi prodotti e servizi del ramo danni, tra i quali assicurazioni auto, casa e protezione del credito. I prodotti continueranno a essere distribuiti principalmente attraverso le reti delle filiali di UBI Banca, con la quale UBI Assicurazioni sottoscriverà un accordo di lungo termine di distribuzione in esclusiva.

UBI Assicurazioni è uno dei maggiori player in Italia nella bancassicurazione danni. Nel 2008 ha registrato una raccolta premi lorda di 238 milioni di euro. UBI Assicurazioni vanta 20 anni di esperienza nel mercato italiano e distribuisce i suoi prodotti attraverso le 2.000 filiali di UBI Banca, una delle cinque maggiori banche italiane con quattro milioni di clienti, una quota di 2 mercato del 6% circa e una presenza significativa nelle regioni a più alto potenziale del Paese. UBI Banca è un Gruppo bancario cooperativo quotato alla Borsa di Milano. La bancassicurazione nel mercato italiano danni presenta grandi potenzialità. Con una raccolta complessiva lorda di 38 miliardi di euro nel 2007, l’Italia si colloca al quinto posto tra i maggiori mercati assicurativi europei per il ramo danni e dal 2000 registra una crescita annua costante superiore al 4%. Nel 2007 solo l’1,8% dei premi lordi del ramo danni è stato realizzato attraverso il canale bancario, tuttavia si prevede che la bancassicurazione italiana si metterà al passo con gli altri paesi europei offrendo quindi eccellenti opportunità di crescita.

Grazie a questa operazione, Fortis potrà mettere a frutto la propria esperienza nella bancassicurazione danni al fine di sviluppare ulteriormente il cross-selling di prodotti assicurativi ai clienti bancari e a ribilanciare il mix di prodotti del portafoglio danni. L’operazione consentirà a Fortis di stabilire rapidamente la propria presenza nel mercato italiano e di valutare con BNP Paribas Assurance nuove opportunità di crescita. Questa operazione offre a BNP Paribas Assurance l’opportunità di sviluppare più velocemente la propria attività assicurativa in Italia nei rami danni, dove può contare sulla grande expertise nel settore della protezione dei finanziamenti della sua controllata Cardif. Bart De Smet, Amministratore Delegato di Fortis, ha così commentato l’acquisizione di Ubi Assicurazioni: “Questa operazione offre a Fortis l’opportunità di far leva sui suoi punti di forza: bancassicurazione, esperienza nel ramo danni e partnership a lungo termine. Siamo ansiosi di avviare la collaborazione con BNP Paribas Assurance, con la quale abbiamo stabilito un eccellente rapporto, per generare una crescita forte e redditizia nell’ambito di questa nuova partnership strategica con UBI Banca, e con la quale vorremmo esplorare altre opportunità in futuro”.

Eric Lombard, Presidente e Amministratore Delegato di BNP Paribas Assurance, ha aggiunto: “Con questa operazione BNP Paribas Assurance compie un nuovo passo avanti in Italia, pienamente in linea con la nostra strategia che prevede l’ampliamento del portafoglio di prodotti e servizi, in particolare nel ramo danni, per soddisfare al meglio le aspettative dei nostri Partner. Questa operazione rappresenta la prima iniziativa concreta nell’ambito della partnership assicurativa strategica tra Fortis e il gruppo BNP Paribas, e sono convinto che si rivelerà un grande successo”. L’operazione è subordinata all’autorizzazione delle autorità competenti di vigilanza e di controllo della concorrenza. Il closing dell’operazione è previsto entro la fine del 2009. La sfida al colosso assicurativo di Intesa Generali è lanciata?
 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banche, la desertificazione delle filiali

Bnl Bnp Paribas LB: 6 nuovi consulenti per la rete

Mediolanum, i consulenti verso un percorso esaltante

Mediolanum, il ruolo sociale del banker

Credem, virata fintech per lo sconto dinamico

Hsbc si prepara a tagliare 35.000 posti di lavoro

Mediolanum: il 2020 inizia col botto, in attesa dei Pir

Truffe bancarie, rimborsi anticipati

La vecchia banca perde valore

Mediolanum: i consigli al cf per spiegare i multipli ai clienti

Banche, ecco le pagelle della Bce

Fineco racconta la sua Mifid 2

Allianz Bank FA, i “top level” di Neuberger per i clienti

Doris e Nagel, sposi perfetti

Banche, il rendimento è sempre più giù

Mediolanum chiude il 2019 in bellezza: super raccolta e bonus per i fb

Reti Champions League: Mossa-Rebecchi, la finale degli invincibili

Banche, Fabi propone patto occupazione

Fineco, 3 scelte di cui essere fieri

Stangata sul Monte Paschi

Banche, una leva da far paura

Banche, gli utili d’oro non fermano i tagli

Banca Generali, nuova offerta Etica per i consulenti

Banche, incubo margini

Mediolanum, gran reclutamento a ottobre

Unicredit, 1 miliardo per la sostenibilità

Banche, il fintech ammazza i ricavi

Widiba, contaminazione salentina

Consulenti, il fascino discreto della filiale

Banche, primi passi verso Basilea 3

Le banche italiane aumentano la liquidità con il tiering della Bce

Banche, 9 miliardi di utili ma meno dipendenti

Allianz Italia, raccolta sugli scudi nel 2019

Ti può anche interessare

Enasarco, i dubbi del Tesoro

I rapporti di lavoro dei dipendenti di Enasarco e gli inquilini morosi dei beni invenduti. Sono stat ...

Credit Suisse, ammesso un altro caso di spionaggio

Il lupo perde il pelo ma non il vizio. Dopo il caso di Iqbal Khan, top manager della gestione patrim ...

Consulenti: diversificare con le polizze, vi insegno come

BlueAcademy propone un corso di formazione online su: Pianificare il futuro: l’utilizzo di str ...