Bonus, banche Usa nelle mani di Bernanke

A
A
A

A decidere sulle politiche salariali delle banche americane sarà la Federal Reserve, chiamata a valutare l’adeguatezza delle remunerazioni incentivanti a trader e manager. La banca centrale non esaminerà gli stipendi uno ad uno, ma guarderà alla politica retributiva degli istituti creditizi in generale, con la possibilità, però, di intervenire, eventualmente, con delle modifiche sostanziali ai compensi percepiti dal management di una società.

di Fabio Coco18 settembre 2009 | 08:00

La Federal Reserve si appresta a valutare le politiche di retribuzione fisse e variabili delle banche. La banca centrale guidata dal riconfermato [p]Ben Bernanke[/p], deciderà in merito all’adeguatezza o meno degli stipendi dei manager delle banche. E’ quanto afferma il Wall Street Journal di oggi. Secondo il quotidiano, infatti, la Fed non esaminerà gli stipendi dei dirigenti uno ad uno, ma considererà la politica generale retributiva di un istituto creditizio, in caso apportando delle modifiche sostanziali ai compensi percepiti dal management di una società, dal presidente sino ai trader.

Bernanke, quindi, si prepara a valutare scrupolosamente i bonus elargiti dalle banche ai propri professionisti finanziari, a partire dalle politiche salariali delle principali 25 banche a stelle e strisce. Dagli Stati Uniti all’Europa, la questione bonus sta tenendo in apprensione l’intero mondo politico-finanziario, dopo che l’opinione pubblica internazionale è insorta.

Ieri a Bruxelles, i leader europei hanno proposto ad Obama, in vista del prossimo G-20 che si terrà a Pittsburgh, di approvare una normativa che imponga un tetto massimo alle remunerazioni incentivanti dei manager, con tanto di sanzioni per chi non ottempererà alle regole.

In poche parole, i capi di Stato europei sono d’accordo, incentivi sì, purché proporzionali alle performance registrate dall’istituto bancario. Questo ad evitare che società in crisi e colpite dalla crisi finanziaria distribuiscano ingenti somme a compensare i propri manager (vedi caso Merrill Lynch-Bank of America) o che banche aiutate da sostegni statali ricompensino generosamente i propri trader (vedi caso BNP Paribas). In sostanza, si intendono così evitare gli effetti negativi derivanti dal versamento dei bonus garantiti, in momenti in cui il bilancio già piange di suo.

In questo senso, allora, la Fed si farebbe carico di un compito importante: valutare e decidere in merito alle politiche remunerative dei propri istituti. La risposta americana è quindi tutta nelle mani di Bernanke.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

BinckBank sfoggia un super utile operativo

Foti (Fineco): tre pilastri per vincere la battaglia sui margini

Fideuram Ispb: raccolta sì, utile nì

Mps, Morelli apre ad una alleanza

Banque Syz, Eric passa il testimone di ceo

Certifica, Bnp Paribas: mini future per tutti i gusti

Fineco, top entry in riva al lago

Cara rete, pensavi solo ai soldi?

Deutsche Bank FA, trittico d’autore

Oggi su BLUERATING NEWS: Masse boom per Banca Generali, la consulenza conquista l’impresa

Allianz Bank, gestito e vita per un 2018 da ricordare

Banca Generali, masse record e l’utile batte le stime

Mediolanum, la consulenza non s’inventa

Unicredit chiude in bellezza il 2018

Deutsche Bank PB, ingresso d’esperienza nel private bresciano

Intesa e Unicredit alla prova dei numeri 2018

Mediolanum, il tech dal volto umano

Oggi su BLUERATING NEWS: la private bank svizzera di Intesa, l’utile di Deutsche Bank

Poste Italiane, l’app Bancoposta controlla le tue spese

IWBank PI, scene da una convention

Intesa SP, nasce la private bank svizzera

Bnl Bnp Paribas LB: Rebecchi schiera l’11 post convention

La favola dell’Uomo Ragno bancario

Banca Mediolanum: il risk management diventa futuristico

Oggi su BLUERATING NEWS: i campioni 2018 di Assoreti, la fusione Unicredit-SocGen

Ubi Banca: ecco il calendario degli eventi societari

Consultinvest e Pir, avviso ai naviganti

Bnl Bnp Paribas LB: il consulente diventa patrimoniale

Consulenti: i nuovi orizzonti del business

Hypo Alpe-Adria Bank, la filiale italiana è in vendita

Banca Generali: la ricetta di Mossa per un ponte imprese-investitori

Italia, la grande gelata dei bond bancari

Allianz Bank FA: missione crescita

Ti può anche interessare

Reti, Fideuram ISPB stacca tutti a novembre

Flussi netti positivi per 764 milioni di euro per la società guidata da Paolo Molesini nel penultim ...

Deutsche Bank Financial Advisors, un reclutamento da 10

Si rafforza l’Area Nord con 10 nuovi consulenti ...

Da Goldman Sachs arrivano nuove obbligazioni a tasso misto

Dal 21 maggio le obbligazioni sono quotate sul Mercato Telematico delle Obbligazioni di Borsa Italia ...