Finanziaria da 3 miliardi; non ci sono risorse

A
A
A
di Giacomo Berdini 21 Settembre 2009 | 14:30
Finanziaria “light” da 3 miliardi sottoposta oggi pomeriggio alle parti sociali; oltre all’indennizzo delle vacanze contrattuali non è previsto alcuno stanziamento. Il Governo proroga gli interventi e si impegna a raccogliere più risorse.

Continuiamo a seguire gli sviluppi sulla Finanziaria, che questo pomeriggio è sottoposta ad esame dalle parti sociali.
Le Regioni, anch’esse invitate dal Governo alla presentazione del piano, hanno disertato l’appuntamento. Il motivo, hanno comunicato, è l’attesa dei Governatori di chiarimenti da parte di Silvio Berlusconi riguardo la presunta sottostima del Fondo Sanitario Nazionale, e ulteriori precisazioni in merito i fondi Fas, il piano casa e le politiche del Sud.

Quello che il Governo ha presentato è un piano semplice, come preannunciato una Finanziaria “lightdi circa 3 miliardi di euro, salvo futuri appesantimenti in corso dell’iter parlamentare. Il punto più caldo è quello riferito alla questione del pubblico impiego, perché l’attuale piano, che domani approderà al Consiglio dei Ministri, per il momento pare preveda solo una proroga per i rinnovi contrattuali, motivata dall’insufficienza delle risorse finora raccolte.
Gli unici stanziamenti previsti sono quelli per l’indennizzo delle vacanze contrattuali, per un ammontare di 580 milioni di euro. Per quanto riguarda tutte le altre erogazioni pare che l’attuale finanziaria preveda soltanto un rinvio degli interventi, anche per quanto riguarda gli incentivi auto, sui quali il governo prende tempo.

L’indugio è giustificato dall’incognita dello Scudo, il cui impatto sulle finanze statali rimane incerto, e su cui si sta intervenendo per allargare le maglie e favorire il rientro di capitali.
Gli stanziamenti che verranno approvati al termine della proroga dipenderanno anche dall’andamento del gettito fiscale nell’ultimo periodo dell’anno.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Mediolanum, archiviata l’indagine su Berlusconi

Mediolanum, mazzata su Fininvest

Elliott Management potrebbe favorire passaggio di mano del Milan

NEWSLETTER
Iscriviti
X