Promotori Finanziari – Dalle Poste a Mediolanum

A
A
A
di Matteo Chiamenti 23 Settembre 2009 | 08:20
Paolo Gosi lavorava presso Banco Posta, prima di sbarcare presso la rete di Ennio Doris. L’abbiamo intervistato.

Osservando i recenti nove nuove ingressi di Mediolanum, ai più curiosi sarà sicuramente saltato all’occhio un nome su tutti, quello di Paolo Gosi. Un professionista normalissimo, se non per un particolare di sicuro interesse: ha maturato una lunga esperienza in Banco Posta dove era entrato nel 1987. Un aspetto che potrebbe accendere un focolaio.

Già, perché parlare di poste, posta e lavoratori del settore, provoca un sostenuto inasprimento dei sentimenti del mondo dei pf, atto a distinguere bene le competenze di chi svolge consulenza nel mondo delle reti e chi invece prova a attirare clientela con le sim telefoniche. Due mondi inconciliabili? L’ingresso descritto sembra smentircelo.

Evidentemente attratto dalle competenze del signor Gosi, e conscio che per far concorrenza alla proposta telefonica di Sarmi serve qualcosa in più di una semplice poltrona rossa con bastone annesso (forse esclusivamente sufficiente a un aspirante rabdomante), il gruppo di Doris ha deciso di far suo un ex dipendente di quel mondo tanto criticato.

Abbiamo domandato allo stesso Gosi il motivo di tale passaggio e questa è stata la risposta: “Non sono molto abituato a parlare di me. L’unica cosa che mi sento di dire è che essenzialmente è stata la mia volontà di dedicarmi alla libera professione a farmi propendere per questa opportunità.”. Insomma, desiderio di indipendenza. Siamo sicuri che sia capitato nel mondo giusto? Ai lettori l’ardua sentenza.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti