Assoreti – La rivincita di Azimut, sfida a Mediolanum

A
A
A
di Matteo Chiamenti 25 Settembre 2009 | 07:00
Dopo il quadro macro Assoreti di ieri, passiamo al consueto fronte societario, Mediolanum conduce come sempre le danze, mentre sono Azimut Consulenza per Investimenti e Allianz Bank Financial Advisor a seguire la rotta di Doris.

Ma dove è finita la vecchia compagna di podio del leader di Assoreti? Intra Private Bank che aveva 63.031,9  migliaia di euro, è ora fuori dai primi dieci posti, a quota 13.948,5 migliaia di euro; un risultato comunque positivo, ma lontano dal mese precedente.

Questa volta il terzo gradino va all’ex seconda Allianz Bank Financial Advisor. Forte dell’imponente raccolta del gestito (126.074 migliaia di euro, in controtendenza rispeso ai deflussi di 64.852 migliaia nell’amministrato), la società del gruppo Allianz ottiene 61.222 migliaia di euro complessivi.

A scalzare il colosso tedesco ci pensa l’armata italiana di Pietro Giuliani, ovvero Azimut. Nel dettaglio Azimut Consulenza per Investimenti sim ottiene 160.003 migliaia di euro di nuovi apporti, arrivando ad agganciare il miglior risultato assoluto nell’ambito del gestito, con 165.776,2 migliaia di euro; l’amministrato soffre con 5.772,9 migliaia di euro di disinvestimenti, ma il bilancio è comunque da ritenersi soddisfacente, anche in considerazione del fatto che l’altra figlia di casa Azimut, Az Investimenti sim, ottiene 33.544,3 migliaia di euro complessivi.

Il primo posto, ormai un’abitudine più che una conferma, è tutto di Mediolanum. Come già accaduto nel mese precedente, l’amministrato si dimostra la locomotiva del gruppo di Ennio Doris, con 297.922,4 migliaia di euro racimolati, senza i quali scenderebbe dal gradino più alto del podio, piazzandosi in seconda posizione a quota 140.336,3 migliaia di euro.
 
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, da Assoreti un nuovo progetto di formazione certificata

Reti, un semestre a passo svelto

Consulenza, le reti devono devono accelerare su team e clienti condivisi

NEWSLETTER
Iscriviti
X