Veneto banca lancia la moratoria sui mutui prima casa

A
A
A
di Fabio Coco 25 Settembre 2009 | 13:00
Per andare incontro alle esigenze dei privati, l’istituto creditizio avvia su tutte le banche del gruppo una nuova iniziativa: la moratoria sui mutui prima casa. Di seguito, la nota societaria.

La profondità e il perdurare della crisi economica incidono non poco sulle famiglie italiane.

L’ABI e il Governo – dal quale si attende il regolamento attuativo delle norme in materia contenute nella legge n. 2 del 28 gennaio 2009 – stanno organizzando tavoli e proposte utili a mitigare il disagio di chi, in questo periodo, si trova in serie difficoltà e deve anche affrontare il pagamento delle rate di un mutuo.

Il Gruppo Veneto Banca, anticipando la realizzazione di questi progetti, avvia su tutte le banche del Gruppo – Veneto Banca nel Nord Est e a Roma, Banca Popolare di Intra nel Nord Ovest e Banca Meridiana al Sud – una propria iniziativa: la moratoria sui mutui prima casa contratti dai privati.

La moratoria prevede dai 6 ai 18 mesi di sospensione delle rate, indipendentemente dalla loro periodicità, per chi in questo periodo si trova in uno stato di difficoltà provvisoria a causa della perdita del lavoro o dell’entrata in cassa integrazione, dell’insorgere di una malattia grave, del decesso di un familiare a cui era intestato il finanziamento, del pagamento di importanti spese mediche o di manutenzioni straordinarie superiori ai 10.000 euro.

“Siamo un Gruppo composto da banche di territorio: è da sempre nel nostro ruolo intervenire a sostegno dei clienti in difficoltà” – afferma Riccardo De Fonzo, Responsabile della Direzione Mercato Italia della capogruppo Veneto Banca Holding.

“Con questa iniziativa – spiega De Fonzo – ci limitiamo a formalizzare quanto facciamo da sempre: dialoghiamo costantemente con i clienti e proponiamo soluzioni mirate alle loro peculiari esigenze. La moratoria può non essere la risposta definitiva per alcuni, ma per tanti è certamente utile a risolvere in più tempo e con meno pressioni i propri problemi. E’ nel nostro interesse aiutare con la massima flessibilità i clienti sui quali abbiamo riposto la nostra fiducia e che, loro malgrado, sono stati colpiti da qualche avversità”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Gruppo Credem, dall’Abi un premio per l’innovazione nei servizi bancari

Ucraina-Russia, banche italiane pronte per la cyberguerra

Conti correnti, una tassa occulta chiamata inflazione

NEWSLETTER
Iscriviti
X