Deutsche Bank apre al pubblico la collezione d’arte

A
A
A
di Biagio Campo 28 Settembre 2009 | 08:40
Sono iniziati gli eventi culturali di Deutsche Bank, che permetteranno al pubblico di visitare la collezione privata conservata negli uffici. Il prossimo incontro sarà sabato 3 ottobre.

Il gruppo tedesco Deutsche Bank, attivo anche in Italia nell’investment, private e retail banking, in aggiunta all’offerta di asset management, che comprende fondi comuni (Dws) ed Etf (X-trackers I, II) dispone di una delle più importanti collezioni d’arte al mondo, con oltre 56.000 opere dei maggiori artisti internazionali rappresentativi del Novecento, dal Modernismo alle più recenti correnti contemporanee, raccolte a partire dal 1979, in occasione delle più importanti fiere internazionali d’arte contemporanea, ma anche attraverso il contatto con accademie, artisti o gallerie d’arte.

La Deutsche Bank Art Collection è parte integrante della missione di eccellenza del gruppo tedesco e viene esposta negli uffici Deutsche Bank di tutto il mondo, periodicamente aperti al pubblico con esposizioni temporanee ed eventi culturali, che permette all’istituto tedesco di consolidare i rapporti con la propria clientela, ed interagire in maniera propositiva con la comunità locale ed artistica.

Le prime sedi che furono arricchite da opere d’arte acquistate dalla banca furono, alla fine degli anni settanta, New York e Ginevra, seguite da Singapore, San Paolo, Mosca e San Pietroburgo, ma fu con l’inaugurazione della nuova sede di Deutsche Bank a Francoforte che la filosofia “Art at Work” (oggi Art works) si rafforzò, inaugurando un progetto organico e strutturato di raccolta delle opere d’arte della collezione, e la costituzione delle quattro principali sedi espositive della collezione, ognuna con caratteristiche specifiche e una sua peculiare filosofia: Francoforte, New York, Tokyo e Londra, a cui si è aggiunta da marzo 2007 la sede della DB Collection Italy a Milano.

Per celebrare questo legame con l’arte è partito lo scorso 22 settembre, e proseguirà fino a marzo 2010, l’evento “I like Tuesday – Sguardi sul contemporaneo”, una serie di incontri e momenti di dibattito e confronto tra diversi “punti di vista”, con la partecipazione di personalità d’eccezione tra cui artisti, critici, curatori, studiosi, filosofi e gli stessi dipendenti della banca, che rappresenta inoltre l’occasione per visitare la collezione della banca che quest’anno si arricchirà di nuove opere.

Nel prossimo incontro, che si terrà sabato 3 ottobre, dalle 10 alle 19, nella sede della banca a Milano-Bicocca (in Piazza del Calendario 3), il gruppo tedesco renderà visibile le oltre 400 opere di artisti contemporanei presenti negli uffici e permetterà un confronto con artisti (Pierpaolo Campanini, Giovanni De Lazzari, Patrick Tuttofuoco) e filosofi (Simone Regazzoni, Antonio Somaini, Matteo Vegetti), per offrire lo sguardo di chi vive tutti i giorni il mondo dell’arte dal suo interno e riflettere sugli aspetti più nascosti delle opere.

Gli architetti presenti all’open day accompagneranno i visitatori in un percorso finalizzato a illustrare il progetto architettonico della banca, evidenziandone aspetti di non immediata percezione. Infine i bancari coinvolti, tutti dipendenti di Deutsche Bank, saranno i migliori “padroni di casa” per condurre gli ospiti attraverso la collezione, raccontando l’inusuale punto di vista di chi si trova quotidianamente a lavorare tra le opere d’arte, fonte di stimolo e arricchimento per il proprio lavoro.

Per avvicinare i più piccoli all’arte contemporanea in modo ludico e creativo, dopo una breve visita guidata ad alcune opere della collezione, i bambini potranno sbizzarrire la propria creatività colorando una cravatta, che potranno regalare al proprio genitore. Sarà infatti messo a loro disposizione un kit “Art Tie”, presente nei più importanti musei di Londra, New York e Milano, dove troveranno degli speciali pennarelli e una cravatta bianca da personalizzare.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Art Advisory – Aste Milanesi di Christie’s

Art Advisory – 28 milioni per Christie’s in Italia

Art Advisory – 14,7 milioni per Christie’s in Italia

NEWSLETTER
Iscriviti
X