Scandalo pensioni, ceo di BBVA sotto accusa

A
A
A
di Fabio Coco 2 Ottobre 2009 | 07:40
La pensione annuale di 3 milioni di euro garantita a José Ignacio Goirigolzarri, ex amministratore delegato della banca, è stata definita un’oscenità dal parlamento spagnolo.

Il governo spagnolo ha ieri definito un’oscenità (nello specifico Rosa Dìez, membro del parlamento) la pensione annuale pari a 3 milioni di euro, garantita a José Ignacio Goirigolzarri (55), l’amministratore delegato di BBVA che si è ritirato anticipatamente in pensione ad inizio settimana.

In totale, la seconda banca di Spagna ha accantonato 52,5 milioni di euro per la pensione di  Mr. Goirigolzarri. Come afferma il Financial Times, infatti, la pensione dell’ex amministratore delegato supera persino quella di Fred Goodwin, l’ex ceo di RBS, che è andato in pensione all’età di 50 anni portandosi a casa una remunerazione annuale di 703 mila sterline. RBS, nel momento di maggio difficoltà economica, ha beneficiato di aiuti statali per 20 miliardi di sterline. Anche in questo caso l’opinione pubblica (inglese) si sollevò, facendo sì che alla fine Sir Goodwin ha recentemente deciso di dimezzarsi la propria pensione.

Alle accuse da parte del governo, soprattutto dopo le critiche di Zapatero alle remunerazioni elargite dal mondo bancario, BBVA si è difesa, sostenendo che l’ex ceo ha lavorato per 30 nella banca spagnola, di cui otto nella posizione di amministratore delegato, e che le stime per le pensioni dei senior banker sono periodicamente riportate nei report annuali.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

BBVA, cresce in Italia ma senza Mps

BBVA, arriva il conto dinamico e interamente digitale

Generali, fumata nera con Bbva

NEWSLETTER
Iscriviti
X