Banche – Credit Suisse mette l'Europa in mano a Roussely

A
A
A
di Marcella Persola 13 Ottobre 2009 | 09:40
L’istituto svizzero nomina il manager francese alla guida dell’Europa. L’ex ministro francese continuerà a non perdere di vista il business in Francia, ma dovrà far crescere l’Europa.

Sarà effettiva dal prossimo 2 novembre la nomina di Francois Roussely come vice-presidente di Credit Suisse Europa. Il manager sposterà le sue attualiresponsabilità a Pierre Fleuriot che assume l’incarico di ceo per Credit Suisse in Francia. Entrambi i manager risponderanno direttamente a Eric Varvel, ceo della regione EMEA.

Come vice-presidente di Credit Suisse Europa Roussely continuerà a giocare un ruolo di primo piano nel business della banca in Francia, lavorando con i più importanti clienti francesi. In aggiunta il manager assumerà la responsabilità della investment banking clienti con il settore energetico, lavorando a stretto contatto con Jim Amine e Luigi De Vecchi, co-head del dipartimento global investment banking e Jamie Welch, global head of energy dell’investment bankin department.

Il manager entrato in Credit Suisse nel 2005 vanta una lunga esperienza nel governo francese, business e nell’industry. E’ stato infatti presidente e ceo di Electricité de France dal 1998 al 2004. Prima di EdF ha assunto diverse posizioni nel Ministro della Difesa e degli Interni dal 1981 al 1997. Ha iniziato la sua carriera nel Ministro dell’Economia e delle Finanze in Francia nel lontano 1971.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti