Promotori – Pronta la fusione in casa Generali con 4 milioni di risparmi

A
A
A
di Marcella Persola 19 Ottobre 2009 | 08:40
Secondo la relazione degli amministratori l’operazione per incorporazione che sarà presentata all’assemblea del 23 novembre porterà un risparmio di 4 milioni di euro. Avrà efficacia già dal gennaio 2010.

Si accelera sulla fusione per incorporazione tra Banca Bsi Italia e Banca Generali. L’operazione infatti sarà sottoposta all’assemblea dei soci del prossimo 23 novembre e dovrebbe avere efficacia già dal primo gennaio 2010.

L’operazione, riporta una nota degli amministratori, prevede la concentrazione in Banca Generali di tutte le attivita’ di private banking del gruppo dopo il conferimento a Bg Sgr dell’attivita’ di gestione di portafogli di Banca Bsi Italia. A Banca Generali farà capo direttamente una rete composta da circa 300 operatori, tra promotori finanziari e relationship manager dipendenti, che manterranno una distinta organizzazione commerciale.

La divisione Generali Private Banking si concentrarà nella gestione e sviluppo della clientela mentre tutte le funzioni operative saranno svolte direttamente dalla struttura di Banca Generali.

L’operazione, autorizzata dalla Banca d’Italia lo scorso primo ottobre, sarà realizzata sulla base delle situazioni patrimoniali delle due società al 30 giugno scorso e visto che Banca Bsi Italia è interamente detenuta da Banca Generali non è previsto nessun concambio.

Dalla relazione emerge che dall’operazione sono attesi a regime risparmi sui costi operativi per circa 3-4 milioni di euro all’anno e risparmi per circa 1,3 milioni sull’Iva infragruppo da applicare ai servizi in outsourcing.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Polizze, Allianz mette la freccia e sorpassa Poste

Generali punta alla micromobilità e investe in Ridemovi

Risiko Banche, occhi puntati su Unicredit

NEWSLETTER
Iscriviti
X