Promotori Finanziari – Euromobiliare mette la quinta sul reclutamento

A
A
A
Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti 5 Novembre 2009 | 15:40
Banca Euromobiliare (100% Credem), società specializzata nel private banking guidata dall’amministratore delegato Ferdinando Rebecchi, potenzia la propria rete di promotori finanziari coordinata da Stefano Bisi con sei nuovi ingressi in Sardegna. Salgono così a oltre 350 i promotori finanziari della società a livello nazionale a cui si affiancano più di 100 private banker coordinati da Paolo Magnani.

La benzina del risparmio gestito, si sa, sono i promotori finanziari. Potete essere dotati della cilindrata più importante, della marmitta più roboante (modello King of Quarto Oggiaro), ma se poi il vostro serbatoio non viene costantemente tenuto sotto osservazione, i risultati tarderanno ad arrivare. Senza voler in alcun spronare all’uso dei pf come combustibili, va comunque affermato che senza di questi una solida rete non può svilupparsi. Ecco perché le realtà più dinamiche, come ad esempio Banca Euromobiliare, non possono fare a meno di un costante impegno sul fronte del reclutamento.

I nuovi ingressi sono coordinati da Luigi Pintus, recentemente nominato area manager di Banca Euromobiliare per la Sardegna e supportati a livello logistico dalla filiale di Cagliari (via Diaz 103) e dal negozio finanziario di Sassari (via Dante 17/C).  Le risorse reclutate vantano un portafoglio clienti significativo, in linea con quello medio pro-capite dei promotori di Banca Euromobiliare, ad oggi pari a 11 milioni di euro, circa doppio rispetto alla media di settore. “Il pre-requisito che devono avere i professionisti che intendono far parte della squadra dell’istituto”, commenta Stefano Bisi, responsabile della promozione finanziaria di Banca Euromobiliare, “è condividere la nostra strategia di approccio alla clientela, che parte dalla comprensione delle esigenze finanziarie degli interlocutori, prosegue con la condivisione di un piano di investimento e si completa con l’implementazione di soluzioni efficienti, continuamente monitorate nel tempo”.  Nel corso del 2009 Banca Euromobiliare ha inoltre avviato due importati iniziative: il lancio del servizio di consulenza personalizzata e l’offerta di assistenza alla clientela per quanto riguarda il rimpatrio dei capitali detenuti all’estero.
 
“Attraverso il nuovo servizio di consulenza personalizzata”, ha affermato Stefano Bisi, responsabile promozione finanziaria di Banca Euromobiliare, “mettiamo a disposizione dei nostri clienti in modo strutturato e sistematico le competenze specialistiche di Financial Advisory Desk, la struttura che a livello di Gruppo Credem è dedicata alla selezione dei migliori prodotti di investimento disponibili sul mercato. Al promotore finanziario spetta il compito di personalizzare il portafoglio in funzione delle specifiche esigenze del cliente. Il buon riscontro tra la clientela ci conferma che stiamo procedendo nella giusta direzione”.
“Sul tema dello scudo fiscale”, prosegue Stefano Bisi, responsabile promozione finanziaria di Banca Euromobiliare, “stiamo concludendo in questi giorni un intenso programma di incontri sul territorio, il primo dei quali si è svolto il giorno immediatamente successivo alla pubblicazione del decreto, in collaborazione con un importante studio fiscale. Complessivamente, tra clienti e professionisti, sono già state coinvolte più di mille persone. Inoltre è stata attivata a livello di Gruppo Credem una task force per seguire gli aspetti normativi e fiscali, i prodotti ed il coordinamento dei diversi professionisti coinvolti”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Credem alza il sipario sul nuovo polo del private banking

Private, Banca Euromobiliare punta forte sulle gestioni patrimoniali

Disco verde della Consob a Euromobiliare Advisory Sim

NEWSLETTER
Iscriviti
X