Mps, Italease e Sansedoni puntano agli immobili di Aedes

A
A
A
Avatar di Redazione 11 Dicembre 2009 | 10:30
I tre operatori stanno per rilevare un portafoglio di asset messo in liquidazione dalla società per poi rivenderlo in singoli lotti.

Uscito dalla porta, rientra dalla finestra. Sansedoni, escluso dal salvataggio di Aedes a favore di Amenduni, rientra nella partita al fianco delle banche creditrici. Lo rivela questa mattina il quotidiano Milano Finanza secondo cui Mps e Italease, assieme Sansedoni, starebbero per rilevare un portafoglio di immobili riconducibili a cinque veicoli che il gruppo presieduto da Tommaso Cartone aveva sviluppato in joint venture con Cordea Savills e che recentemente aveva messo in liquidazione.

Il portafoglio, il cui valore si aggira tra i 250 e i 280 milioni di euro, verrebbe poi apportato a un nuovo veicolo immobiliare controllato pariteticamente dai due istituti di credito, mentre Sansedoni – società di gestione immobiliare facente capo alla fondazione Bmps e alla stessa Monte Paschi – sarà il gestore operativo della società. Obiettivo delle banche, una volta acquisito il pacchetto, è di vendere gli immobili, concentrati soprattutto a Milano. La cessione avverrà tramite la vendita di singoli lotti, comportando così maggiori introiti. L’operazione, sottolinea il quotidiano, rappresenta uno dei primi esempi di collaborazione tra società immobiliare in difficoltà e banche creditrici.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Aedes: tre buoni motivi per scommettere sul titolo

Pir, titoli del settore immobilare in fibrillazione

Pir, confermata estensione a titoli immobiliari

NEWSLETTER
Iscriviti
X