Intesa conclude l’accordo con State Street

A
A
A
Avatar di Giacomo Berdini 22 Dicembre 2009 | 11:15
L’istituto di Passera ha siglato la cessione della depositaria per 1,75 miliardi di euro.

L’amministratore delegato dell’istituto Intesa Sanpaolo, dopo aver ricevuto mandato dai consigli, ha finalizzato l’accordo con la società americana State Street del ramo di attività di securities services.

L’operazione, che rientra nel quadro delle annunciate azioni di capital management riguardanti attività non strategiche per l’ulteriore rafforzamento dei coefficienti patrimoniali del gruppo, è costato agli americani un corrispettivo d’acquisto di 1,75 miliardi di euro, di cui circa 1,28 miliardi relativi solo all’avviamento.

Il ramo oggetto di cessione è costituito da due entità legali separate: Intesa Sanpaolo Servizi Transazionali e Sanpaolo Bank Luxembourg, e non comprende le attività di custodia e regolamento dei titoli italiani in quanto interconnesse con i servizi di intermediazione offerti alla clientela. L’operazione porterà all’istituto guidato da Corrado Passera  una plusvalenza lorda di circa 740 milioni, un recupero dell’avviamento di circa 540 milioni e un effetto positivo sul Core Tier 1 di circa 37 centesimi di punto.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Illimity, la svolta bancaria

Azimut, alleanza con Passera

Passera in Borsa: per Illimity 280 milioni di utili nel 2023

NEWSLETTER
Iscriviti
X