Gestito, bene Generali, ma non abbastanza

A
A
A
di Giacomo Berdini 23 Dicembre 2009 | 13:45
I dati forniti da Assoreti indicano Mediolanum come vincitrice nella raccolta, sia totale che nel comparto del gestito. Gli sta d’appresso il Gruppo Generali, ancora sotto di un gradino nel podio.

Con alla mano i dati forniti da Assoreti per il mese di novembre andiamo a fare le pulci alle protagoniste di questo mese, le società che compongono il podio e quelle che in generale costituiscono una consistente presenza nel mondo del risparmio gestito.

All’interno di questo settore i dati di raccolta poco si discostano dai risultati significativi per il podio, infatti banca Mediolanum, si mantiene in testa anche nel gestito con una raccolta netta di 210,999,8 milioni, in larga parte derivanti dal comparto fondi e Sicav, che si aggiudica flussi positivi per un totale 216.525 milioni di euro. La raccolta realizzata dall’istituto nel comparto dell’amministrato è quasi doppia rispetto a quella del gestito, portando a casa Mediolanum la bella cifra di 495.447,7 milioni.

La classifica del risparmio gestito non rimane uguale a quella della raccolta totale in quanto, all’istituto guidato da Ennio Doris, seguono Banca Generali, con una raccolta netta di 99.024,4 nel gestito e da Banca Bsi Italia, sempre del gruppo Generali, che si aggiudica 91.025,9 milioni di euro. Le due società, nella classifica Assoreti per la miglior raccolta totale mensile risultano rispettivamente quarta e terza con flussi positivi totali rispettivi di 310.520,5 milioni e 482.827,5 milioni.
La seconda classificata del mese, Banca Fideuram, che ha totalizzato una raccolta con segno più per 538.913,1 milioni di euro, nel gestito mostra una raccolta di 83.833,2 milioni.

Il Gruppo Generali dunque si dimostra forte nel risparmio gestito, tuttavia, sommando i risultati conseguiti da Banca Generali e Bsi Italia si ottiene una raccolta netta di 190.050,3 milioni di euro, dato che conferma Mediolanum come regina del risparmio gestito.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Generali, Cattolica prepara l’addio a Piazza Affari

Banca Generali, è tempo di cedola

Generali-Cattolica, con oltre il 5% si prepara il delisting

NEWSLETTER
Iscriviti
X