2011 – Deadline per ridurre il deficit

A
A
A
di Giacomo Berdini 28 Dicembre 2009 | 09:10
Il presidente della Bce Trichet lancia un monito alla banche e ai governi dell’area euro. Imperativo recuperare il credito alle imprese e contenere i debiti entro i prossimi due anni.

Gli istituti di credito europei devono recuperare la loro funzione di erogatori di prestiti, in quantità sufficiente da permettere il rilancio dell’impresa nel 2010, e i governi dell’Eurozona hanno il compito di sorvegliare i conti. Queste le raccomandazioni del presidente della Bce, apparse in una dichiarazione rilasciata al settimanale Bild am Sonntag.

Jean-Claude Trichet ha voluto sottolineare come la ripresa dalla crisi finanziaria richieda sforzi concentrati sull’obiettivo di ridurre la disoccupazione:
“Le banche devono conservare il loro ruolo centrale nella fornitura del credito all’economia”, ha affermato il numero uno della Banca centrale europea, “Gestire le conseguenze delle crisi nel mercato del lavoro e nella finanza pubblica rappresenta una sfida aggiuntiva”.

Secondo il presidente Trichet il 2011 rappresenta l’anno di deadline per la riduzione del debito:
“I deficit di bilancio nell’area euro devono essere ridotti al massimo entro il 2011, in alcuni Paesi anche nel 2010, in modo da mantenere la fiducia nei conti pubblici”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: fin che la barca va…

Bce: tassi invariati ma ridotto il ritmo del Pepp

Criptovalute, Lagarde: “Sull’Euro digitale due anni per decidere”

NEWSLETTER
Iscriviti
X